Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

ISPA - L'ISPA si impegna per una protezione efficace dei giovani

Da un'indagine condotta dall'ISPA, in Svizzera un terzo dei quindicenni acquista bevande alcoliche nei negozi o nei ristoranti. Il problema è che a questa fascia d'età non si potrebbe vendere alcol. Il rispetto delle disposizioni in materia di protezione dei giovani è una misura importante nell'ambito di una prevenzione efficace dell'alcolismo e le istituzioni cantonali svolgono già in ruolo importante in questa direzione. L'Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie (ISPA) mette ora a disposizione un set di materiali informativi che é utile per l'applicazione delle misure per la protezione della gioventù.

La percentuale di quindicenni che hanno accesso all'alcol è elevata: secondo lo studio HBSC del 2006 (un'indagine che l'ISPA svolge ogni quattro anni tra gli scolari dagli undici ai sedici anni che vivono in Svizzera), un terzo di loro acquista bevande alcoliche nei negozi, nei supermercati, nei bar e nei ristoranti. Ne risulta che i giovani andrebbero protetti meglio.

Secondo l'Ordinanza federale sulle derrate alimentari, è vietato vendere birra e vino ai minori di 16 anni, mentre il limite per la vendita deli superalcolici (acquavite, liquori, aperitivi e alcopop) è fissato a 18 anni. In Ticino è addirittura proibito vendere qualsiasi bevanda alcolica ai minori di 18 anni. È compito degli adulti proteggere i bambini e gli adolescenti dai rischi dell'alcol. Se le disposizioni in materia di protezione dei giovani non vengono rispettate, i venditori o i proprietari di un negozio rischiano una pena pecuniaria o una procedura penale. Spesso non è facile mettere in pratica la protezione dei giovani: a volte i problemi di tempo alla cassa, la paura di confronti sgradevoli con i clienti o la mancanza di sostegno o di formazione da parte dei responsabili dei negozi fanno sì che chi vende bevande alcoliche faccia fatica a mantenere un atteggiamento coerente. Di conseguenza, molti servizi cantonali attivi nel campo della protezione organizzano corsi per i proprietari dei negozi e per il loro personale. Tuttavia, dagli acquisti effettuati da clienti test  adolescenti, risulta che le disposizioni in materia continuano a non venir rispettate a sufficienza.

Guida per gli organizzatori di feste, cartelli per i punti vendita I servizi cantonali svolgono un lavoro molto importante d'informazione e prevenzione in materia di protezione dei giovani. Per sostenere i cantoni in questa loro attività, l'ISPA mette gratuitamente a disposizione un set di strumenti (disponibili in tedesco e francese), che in parte possono essere scaricati direttamente dal sito internet (cfr. il link che segue). Il set comprende un cartello e degli autoadesivi per i punti vendita e di distribuzione di bevande alcoliche, che sono stati rielaborati recentemente e che specificano chiaramente i limiti della vendita di bevande alcoliche in base all'età e andrebbero collocati in bella vista nei bar, nei ristoranti e nei negozi. La guida per gli organizzatori di feste contiene consigli affinché i responsabili mettano in pratica la protezione dei giovani. Il pieghevole "Sorry, aber du bist zu jung" / "Désolé. Tu es trop jeune" informa il personale di vendita e di servizio su come rendere attenti i giovani alle disposizioni di legge. Chi invece cerca una risposta alle domande più frequenti sul tema della protezione dei giovani troverà le relative informazioni nel documento FAQ.

Per informazioni: Janine Messerli, portavoce dell'ISPA, tel. 021 321 29 74 e-mail: jmesserli@sfa-ispa.ch

Questo comunicato per i media ed il materiale da scaricare (in tedesco e francese) sono disponibili sul sito internet dell'ISPA: http://www.ispa.ch/index.php?IDtheme=142&IDcat7visible=1&langue=F



Plus de communiques: Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: