Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Un bicchiere di troppo di tanto in tanto può avere conseguenze fatali

Un nuovo studio dell'ISPA sui modi di bere e gli incidenti stradali

    Losanna (ots) - È risaputo che se si guida in stato di ebrietà si possono causare incidenti. Meno chiaro finora, invece, è chi sono i responsabili di questi incidenti stradali. Da un recente studio dell'Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie (ISPA) risulta che non sono i forti bevitori cronici a causare la maggior parte degli incidenti durante il fine settimana, bens" il numeroso gruppo di coloro che, quando escono, occasionalmente bevono un bicchiere di troppo. L'abbassamento del tasso massimo di alcolemia allo 0,5 per mille, che entrerà in vigore il 1 gennaio 2005, è quindi una misura necessaria e sensata per prevenire gli incidenti della circolazione.

    Da un recente studio dell'ISPA risulta che i responsabili della maggior parte degli incidenti della circolazione durante il fine settimana non sono i forti bevitori cronici, né gli alcolisti, bens" coloro che, fuori casa, bevono occasionalmente un bicchiere o due di troppo. In questa categoria di cosiddetti "consumatori episodici a rischio" rientrano gli uomini che, quando escono bevono quattro bibite alcoliche standard (per esempio 4 dl di vino) o più, rispettivamente le donne che consumano due o più bevande alcoliche standard. Secondo il responsabile della ricerca dell'ISPA, Gerhard Gmel, questa è un'abitudine molto diffusa: "Si beve poco o nulla durante la settimana, e si approfitta del fine settimana per bere, in buona compagnia, da amici o al ristorante, uno o anche due bicchieri di troppo. È un'abitudine molto diffusa, soprattutto tra i giovani in Svizzera, che praticamente nessuno giudica problematica". Dallo studio, però, risulta una fortissima correlazione tra il numero dei consumatori occasionali a rischio e il totale degli incidenti stradali causati dall'alcol. In parole povere: più persone si mettono per strada dopo aver bevuto un bicchiere di troppo, più incidenti ci saranno.

    Lo studio della Fondazione ISPA dimostra chiaramente che l'abbassamento del limite di alcolemia allo 0,5 per mille e l'introduzione del controllo con il palloncino anche qualora non sussista un sospetto fondato di ubriachezza sono misure (che entreranno in vigore il 1° gennaio 2005) necessarie e sensate per ridurre il numero degli incidenti della circolazione causati dall'alcol. "Chi guida non dovrebbe bere", afferma il direttore dell'ISPA Michel Graf "è quindi importante che sin da quando si esce di casa si sappia chi guiderà al ritorno. E questa persona dovrà essere motivata dagli altri a rinunciare all'alcol". Il prospetto concernente gli aperitivi, appena pubblicato dall'ISPA, dà consigli su come evitare i rischi godendosi comunque l'aperitivo - con o senza alcol. Inoltre, l'ISPA ha pubblicato un nuovo Infodroghe sul tema alcol, droghe, medicinali e circolazione stradale. Entrambi i prospetti (disponibili solo in francese e in tedesco) possono essere ordinati inviando una busta di risposta preaffrancata a: ISPA, casella postale 870, 1001 Losanna. Sono inoltre disponibili come file pdf sul sito internet www.sfa-ispa.ch.

ots Originaltext: SFA/ISPA
Internet: www.presseportal.ch/fr/

Contatto:
Janine Messerli
Tel.      +41/21/321'29'74
E-Mail: jmesserli@sfa-ispa.ch



Plus de communiques: Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: