Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Alcol e terza età: la moderazione è importante

Un sesto delle persone tra i 65 e i 75 anni beve troppo Berna (ots) - Non si parla molto dei rischi cui si espongono le persone anziane che consumano alcol. Invece, proprio in questo periodo della vita, un consumo eccessivo di alcol può avere ripercussioni gravi: l'alcol fa invecchiare prima, e peggio. Una riduzione dei liquidi nel corpo può raddoppiare il tasso di alcolemia In base alle statistiche, l'abitudine di bere alcol si accentua con il passare degli anni. Chi beve regolarmente lo farà anche quando avrà più di 65 anni. Tuttavia, visto che invecchiando la quantità di liquidi contenuta dal nostro corpo si riduce, la concentrazione di alcol nel sangue aumenta di conseguenza. Quindi può persino succedere che, mantenendo le stesse abitudini, il tasso di alcolemia raddoppi. Un consumo eccessivo di alcol ha ripercussioni gravi anche sulle capacità intellettuali. Spesso, infatti, insorgono problemi di memoria e difficoltà di concentrazione. Se il cervello di una persona è stato danneggiato da una malattia, basta una quantità minima di alcol per causare veri e propri stati confusionali. Inoltre, l'alcol riduce i movimenti controllati dal cervello. Di conseguenza aumentano i rischi di cadute e di fratture. Spesso è difficile accettare i cambiamenti a livello personale e professionale I figli che se ne vanno da casa o la fine di un'attività professinale: sono avvenimenti importanti e spesso repentini, che possono avere ripercussioni pesanti su un'esistenza ordinata e collaudata. Le cose si fanno particolarmente difficili qualora la cerchia delle amicizie sia costituita esclusivamente dai colleghi di lavoro, per cui i contatti si interrompono al momento del pensionamento. Anche i ruoli all'interno della coppia vanno spesso rivisti. Una malattia o la perdita del partner possono rivelarsi ulteriori aggravanti. Da ricerche effettuate negli Stati Uniti, risulta che le persone con uno stato sociale medio-alto tendono ad abusare dell'alcol "tardi". In questo caso, ciò potrebbe essere dovuto, oltre alle possibilità finanziarie, anche all'improvvisa assenza della pressione causata dalle responsabilità professionali. Una cerchia di amici stabile, degli hobby adeguati, passeggiate o attività fisiche regolari aiutano a superare meglio il passaggio dalla vita attiva alla pensione. Il prospetto "A son âge, un verre ne lui fera pas de mal" [Questo opuscolo non esiste in italiano. E ottenibile in francese o in tedesco] fornisce consigli molto utili e può essere richiesto scrivendo all'ISPA, Istituto svizzero per la prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie, Avenue Ruchonnet 14, 1003 Losanna, allegando una busta C5 (grande il doppio di una cartolina postale) affrancata e indirizzata. ots Originaltext: ISPA Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Vedere sopra 1

Plus de communiques: Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: