Migros-Genossenschafts-Bund

Migros: La Comco autorizza l'accordo tra Migros e Denner

    Zürich (ots) - In data 3 settembre 2007, la Commissione svizzera della concorrenza (Comco) ha autorizzato l'acquisto di Denner da parte di Migros. In questo modo, rispettando determinate condizioni, la Federazione delle cooperative Migros (FCM) può acquisire il 70% di Denner SA. Il restante 30% rimane di proprietà della Gaydoul Holding. La collaborazione con il discounter leader nel settore dei generi alimentari si adatta benissimo alla strategia di Migros che mira a partecipare con assortimenti complementari nel crescente mercato dei discount. Questo accordo inoltre contribuisce a garantire la competitività di Denner a lungo termine e a consolidare quella dell'Industria Migros.

    "Siamo felici che la Comco ci abbia dato via libera" afferma soddisfatto Herbert Bolliger, presidente della Direzione generale di Migros. "In genere siamo piuttosto critici verso le limitazioni politiche imposte al libero imprenditoriato attraverso i vincoli statali. Questo vale in particolar modo per il commercio al dettaglio, un settore caratterizzato da un'accesa concorrenza. Le condizioni disposte in questo caso dalla Comco dovrebbero assicurare l'indipendenza di Denner per i prossimi anni. Ma poiché l'autonomia di Denner rientrava già nella nostra strategia a lungo termine, tali condizioni non comprometteranno il successo di Denner", spiega Herbert Bolliger.

    La Comco ha disposto numerose condizioni che nella maggior parte dei casi dureranno per sette anni oppure resteranno in vigore fino a quando Aldi e Lidl non avranno aperto 250 sedi in Svizzera. Di seguito riportiamo quelle più importanti:

    1) Migros si impegna a rispettare l'autonomia di Denner a livello giuridico, organizzativo e operativo. Tale indipendenza riguarda in particolare la possibilità di elaborare una propria politica in materie come prezzi, azioni, assortimenti e sedi e di presentarsi sul mercato con una propria immagine sotto il marchio Denner.

    2) Il Consiglio di amministrazione è composto in maggioranza da terzi indipendenti dalMigros.

    3) In questo lasso di tempo, Migros non acquisterà nessun altro commerciante al dettaglio di generi alimentari in Svizzera.

    4) Durante i prossimi tre anni, Migros non aprirà dei negozi M-Budget.

    5) Per un periodo di sette anni, Denner e Migros si riforniranno separatamente presso le piccole/medie imprese svizzere. Denner sostituirà i fornitori delle marche proprie solo con le imprese dell'Industria Migros, a condizione che queste siano in grado di fornire i prodotti a prezzi più convenienti mantenendo il medesimo livello qualitativo. Non ci sono limitazioni per i rifornimenti comuni a livello internazionale e presso le grandi imprese svizzere. "L'accordo tra Migros e Denner è la soluzione migliore che si possa offrire ai consumatori, ai collaboratori, ai fornitori e quindi alla piazza economica Svizzera" concordano Herbert Bolliger e Philippe Gaydoul, CEO della Denner. "Considerato il suo successo come discounter di generi alimentari e come venditore di articoli di marca, Denner è il completamento perfetto per Migros" afferma Philippe Gaydoul. Entrambi sono certi che questa acquisizione sia la risposta svizzera vincente alla sempre più crescente concorrenza straniera nel commercio svizzero di generi alimentari.

    Negli ultimi anni Philippe Gaydoul è stato il principale fautore del successo di Denner perché ha capito che, in un contesto così competitivo, l'azienda da sola sarebbe rimasta emarginata. Essendo attivo solo sul mercato svizzero, Denner non possiede volumi d'acquisto tali da poter battere la concorrenza straniera offrendo prezzi inferiori. L'accordo con Migros consentirà a Denner di approfittare a lungo termine di condizioni d'acquisto più favorevoli a livello internazionale, quindi di offrire prezzi ancor più convenienti ai propri clienti e di conservare la propria competitività.

    Attraverso questa acquisizione, anche Migros potrà consolidare la sua posizione nel commercio di generi alimentari perché parteciperà in misura più consistente al crescente mercato dei discount con assortimenti complementari (Denner: 75% di articoli di marca; Migros: 90% di marche proprie). Come se non bastasse, l'Industria Migros in veste di possibile fornitrice delle marche proprie Denner rafforzerà in modo durevole la piazza economica Svizzera e il mercato del lavoro locale.

    Effetti positivi per i clienti e l'ambiente Tra i vincitori di questa operazione ci sono anche i consumatori poiché Migros ha garantito che Denner continuerà ad essere gestito nella sua forma attuale, vale a dire come venditore di generi alimentari con una coerente politica di discount. In questo modo, si garantisce il diritto a prezzi bassi e buona qualità così come una distribuzione capillare nei centri abitati.

    Cifre di riferimento per Denner e Migros Numero di punti vendita: 585 Migros; 470 Denner Superficie di vendita (1000 m2): 1212 Migros; 127 Denner Quote di mercato: base: cifra d'affari nel commercio al dettaglio svizzero = 86,9 miliardi di franchi: 16,6% Migros; 2,3% Denner Fonte: "Commercio al dettaglio svizzero", IHA-GfK AG, Hergiswil.

    Numero collaboratori 2007: circa 80.000 Migros; più di 3.000 Denner (non sono ancora disponibili le cifre aggiornate di Migros e Denner)

    Zurigo, 4 settembre 2007

    Fotografie disponibili sul sito www.migros.ch/Media.

    Migros-Genossenschafts-Bund Corporate Communications Limmatstrasse 152 Postfach 1766 CH-8031 Zürich Zentrale +41 (0)44 277 21 11 Fax +41 (0)44 277 23 33 media@migros.ch www.migros.ch

Contatto: Monica Glisenti, Responsabile Corporate Communications FCM, telefono: 044 277 20 64, e-mail: monica.glisenti@mgb.ch



Plus de communiques: Migros-Genossenschafts-Bund

Ces informations peuvent également vous intéresser: