Bundesamt für Polizei

fedpol.ch: Arnold Bolliger è il nuovo capo dello Stato maggiore per lo sviluppo internazionale e la gestione dello stato di crisi (SINDEC)

      Berna (ots) - Berna, 18 novembre 2003. Arnold Bolliger è il nuovo
capo dello Stato maggiore per lo sviluppo internazionale e la
gestione dello stato di crisi (SINDEC). Bolliger aveva finora
diretto la divisione Servizi dell'Ufficio federale di polizia
(fedpol.ch). Occuperà la nuova carica dal 1° gennaio 2004,
subentrando a Michael Kläy, dall'inizio di settembre impegnato nella
direzione del Servizio federale di sicurezza. Arnold Bolliger lavora
presso l'Ufficio federale di polizia da 25 anni, da quando nel 1978
è entrato come funzionario giurista. Da allora ha ricoperto vari
incarichi e funzioni. Dal 1° gennaio 2001 era a capo della divisione
Servizi. Da febbraio di quest'anno Arnold Bolliger è stato
particolarmente attivo come esperto nell'ambito del progetto per il
passaporto svizzero.

    Il compito principale di SINDEC consiste nello sviluppo della cooperazione internazionale della polizia, che include anche l'elaborazione di cooperazioni bilaterali o multilaterali e l'attività nell'ambito delle misure di mantenimento della pace. La gestione dello stato di crisi è un ulteriore ambito di attività, cui si aggiunge anche la direzione dello stato maggiore Presa d'ostaggi e ricatto.

Ulteriori informazioni: Jean-Luc Vez, Direttore dell'Ufficio federale di polizia, tel. 031 322 42 44 Arnold Bolliger è il nuovo capo dello Stato maggiore per lo sviluppo internazionale e la gestione dello stato di crisi (SINDEC)

    Berna, 18 novembre 2003. Arnold Bolliger è il nuovo capo dello Stato maggiore per lo sviluppo internazionale e la gestione dello stato di crisi (SINDEC). Bolliger aveva finora diretto la divisione Servizi dell'Ufficio federale di polizia (fedpol.ch). Occuperà la nuova carica dal 1° gennaio 2004, subentrando a Michael Kläy, dall'inizio di settembre impegnato nella direzione del Servizio federale di sicurezza. Arnold Bolliger lavora presso l'Ufficio federale di polizia da 25 anni, da quando nel 1978 è entrato come funzionario giurista. Da allora ha ricoperto vari incarichi e funzioni. Dal 1° gennaio 2001 era a capo della divisione Servizi. Da febbraio di quest'anno Arnold Bolliger è stato particolarmente attivo come esperto nell'ambito del progetto per il passaporto svizzero.

    Il compito principale di SINDEC consiste nello sviluppo della cooperazione internazionale della polizia, che include anche l'elaborazione di cooperazioni bilaterali o multilaterali e l'attività nell'ambito delle misure di mantenimento della pace. La gestione dello stato di crisi è un ulteriore ambito di attività, cui si aggiunge anche la direzione dello stato maggiore Presa d'ostaggi e ricatto.

Ulteriori informazioni: Arnold Bolliger è il nuovo capo dello Stato maggiore per lo sviluppo internazionale e la gestione dello stato di crisi (SINDEC)

    Berna, 18 novembre 2003. Arnold Bolliger è il nuovo capo dello Stato maggiore per lo sviluppo internazionale e la gestione dello stato di crisi (SINDEC). Bolliger aveva finora diretto la divisione Servizi dell'Ufficio federale di polizia (fedpol.ch). Occuperà la nuova carica dal 1° gennaio 2004, subentrando a Michael Kläy, dall'inizio di settembre impegnato nella direzione del Servizio federale di sicurezza. Arnold Bolliger lavora presso l'Ufficio federale di polizia da 25 anni, da quando nel 1978 è entrato come funzionario giurista. Da allora ha ricoperto vari incarichi e funzioni. Dal 1° gennaio 2001 era a capo della divisione Servizi. Da febbraio di quest'anno Arnold Bolliger è stato particolarmente attivo come esperto nell'ambito del progetto per il passaporto svizzero.

    Il compito principale di SINDEC consiste nello sviluppo della cooperazione internazionale della polizia, che include anche l'elaborazione di cooperazioni bilaterali o multilaterali e l'attività nell'ambito delle misure di mantenimento della pace. La gestione dello stato di crisi è un ulteriore ambito di attività, cui si aggiunge anche la direzione dello stato maggiore Presa d'ostaggi e ricatto.

Ulteriori informazioni: Jean-Luc Vez, Direttore dell'Ufficio federale di polizia, tel. 031 322 42 44 Arnold Bolliger è il nuovo capo dello Stato maggiore per lo sviluppo internazionale e la gestione dello stato di crisi (SINDEC)

    Berna, 18 novembre 2003. Arnold Bolliger è il nuovo capo dello Stato maggiore per lo sviluppo internazionale e la gestione dello stato di crisi (SINDEC). Bolliger aveva finora diretto la divisione Servizi dell'Ufficio federale di polizia (fedpol.ch). Occuperà la nuova carica dal 1° gennaio 2004, subentrando a Michael Kläy, dall'inizio di settembre impegnato nella direzione del Servizio federale di sicurezza. Arnold Bolliger lavora presso l'Ufficio federale di polizia da 25 anni, da quando nel 1978 è entrato come funzionario giurista. Da allora ha ricoperto vari incarichi e funzioni. Dal 1° gennaio 2001 era a capo della divisione Servizi. Da febbraio di quest'anno Arnold Bolliger è stato particolarmente attivo come esperto nell'ambito del progetto per il passaporto svizzero.

    Il compito principale di SINDEC consiste nello sviluppo della cooperazione internazionale della polizia, che include anche l'elaborazione di cooperazioni bilaterali o multilaterali e l'attività nell'ambito delle misure di mantenimento della pace. La gestione dello stato di crisi è un ulteriore ambito di attività, cui si aggiunge anche la direzione dello stato maggiore Presa d'ostaggi e ricatto.

Ulteriori informazioni: Arnold Bolliger è il nuovo capo dello Stato maggiore per lo sviluppo internazionale e la gestione dello stato di crisi (SINDEC)

    Berna, 18 novembre 2003. Arnold Bolliger è il nuovo capo dello Stato maggiore per lo sviluppo internazionale e la gestione dello stato di crisi (SINDEC). Bolliger aveva finora diretto la divisione Servizi dell'Ufficio federale di polizia (fedpol.ch). Occuperà la nuova carica dal 1° gennaio 2004, subentrando a Michael Kläy, dall'inizio di settembre impegnato nella direzione del Servizio federale di sicurezza. Arnold Bolliger lavora presso l'Ufficio federale di polizia da 25 anni, da quando nel 1978 è entrato come funzionario giurista. Da allora ha ricoperto vari incarichi e funzioni. Dal 1° gennaio 2001 era a capo della divisione Servizi. Da febbraio di quest'anno Arnold Bolliger è stato particolarmente attivo come esperto nell'ambito del progetto per il passaporto svizzero.

    Il compito principale di SINDEC consiste nello sviluppo della cooperazione internazionale della polizia, che include anche l'elaborazione di cooperazioni bilaterali o multilaterali e l'attività nell'ambito delle misure di mantenimento della pace. La gestione dello stato di crisi è un ulteriore ambito di attività, cui si aggiunge anche la direzione dello stato maggiore Presa d'ostaggi e ricatto.

UFFICIO FEDERALE DI POLIZIA Servizio stampa

Ulteriori informazioni: Jean-Luc Vez, Direttore dell'Ufficio federale di polizia, tel. 031 322 42 44



Plus de communiques: Bundesamt für Polizei

Ces informations peuvent également vous intéresser: