Bundesamt für Polizei

fedpol.ch: Il centro franco-svizzero di cooperazione doganale e di polizia fa un bilancio Esperienze positive durante il primo anno

      (ots) - Divieto di pubblicazione fino al 19.09.03, ore 11.00

    Ginevra, 19. 09. 03. Il centro franco-svizzero di cooperazione doganale e di polizia fa un bilancio positivo del suo primo anno di attività. Secondo gli ambienti interessati il centro è diventato in breve tempo il principale punto di riferimento per gli organi doganali e di polizia di entrambi i partner per quanto concerne la collaborazione transfrontaliera.

    Dai 300 casi trattati in media al mese dal centro nel periodo iniziale, si è passati ai 900 odierni. Durante il primo anno d'attività si sono trattati circa 6000 casi, di cui due terzi a favore dei servizi svizzeri della Confederazione e dei Cantoni, come indica il rapporto d'attività presentato venerdì a Ginevra.

    Dall'inizio di quest'anno il centro si è inoltre occupato dell'identificazione di più di 3000 persone e di 20.000 veicoli, effettuando inoltre il controllo di 700 numeri telefonici. In complesso i collaboratori del Centro hanno svolto più di 40.000 ricerche di dati. Il Centro ha inoltre coordinato e sostenuto 18 osservazioni e due inseguimenti transfrontalieri. Infine sono stati trattati 223 casi di riammissione (670 dall'inizio dell'attività nell'agosto 2002).

    Il centro è entrato in funzione ad inizio agosto del 2002 nell'area dell'aeroporto di Ginevra-Cointrin. I lavori per la sua costituzione erano cominciati solo sei mesi prima. Oggi nel centro collaborano strettamente 24 ore su 24 nella lotta contro la criminalità transfrontaliera circa 40 agenti degli organi doganali e di polizia di entrambi gli Stati. Essi assicurano uno scambio d'informazioni rapido ed efficace, sostengono operazioni transfrontaliere da uno Stato all'altro e aiutano rappresentanti delle autorità doganali, di polizia e giudiziarie di entrambi i partner a contattare i giusti referenti dell'altro partner. Inoltre il centro di cooperazione sostiene le procedure amministrative nell'ambito dell'accordo di riammissione fra la Svizzera e la Francia.

    Nel centro sono presenti l'Ufficio federale di polizia (fedpol.ch), i corpi cantonali di polizia e il Corpo delle guardie di confine. Da parte francese sono presenti la Gendarmerie nationale (n.d.t. gendarmeria nazionale), le autorità doganali e tre servizi della polizia nazionale: Sécurité publique, Police judiciaire e Police aux frontières (n.d.t. sicurezza pubblica, polizia giudiziaria e polizia di frontiera).

UFFICIO FEDERALE DI POLIZIA Servizio stampa

Ulteriori informazioni: Olivier Pecorini, Tel. 079 459 73 78



Plus de communiques: Bundesamt für Polizei

Ces informations peuvent également vous intéresser: