Bundesamt für Gesundheit

BAG: Formaggio di capra dalla Francia: allarme salmonellosi

      (ots) - In tre tipi di formaggio di capra provenienti dalla Francia
è stata accertata la presenza di salmonelle. Di conseguenza il loro
consumo costituisce un rischio per la salute. Anche se il produttore
ne ha già ordinato il ritiro dal mercato, si deve presumere che
alcuni formaggi siano già stati acquistati dai consumatori.

    Le autorità di sorveglianza francesi hanno messo in guardia dal consumo di determinati tipi di formaggio di capra (menzionati più sotto) provenienti dalla Francia, dopo che in Svizzera e in Svezia diverse persone erano rimaste vittime di salmonellosi in seguito al consumo di tali prodotti. Nei formaggi in questione di un produttore francese è stata accertata la presenza di salmonelle. Erano stati forniti a tre commercianti in Svizzera.

    Si tratta dei prodotti seguenti:

Le petit fiancé des Pyrénées; Chèvre fermier des Pyrénées; 350 g, data di scadenza 14 agosto 2005

Le cabri ariégeois; Chèvre fermier des Pyrénées 400 g; data di scadenza 26 luglio 2005

Le cabrioulet (Tomme de chèvre), 3,2 kg; data di scadenza 31 luglio 2005 Produttore: Sarl de Fromagerie du Col del Fach, in Francia

    Nonostante il ritiro ordinato dal produttore, 18 kg di formaggi tossici sono già stati acquistati dai consumatori. L'Ufficio federale della sanità pubblica raccomanda di non consumare i formaggi di capra del tipo sopra indicato e di riportarlo al punto di vendita. A chi avesse già ingerito tali prodotti e dovesse avvertire i sintomi sotto menzionati raccomanda inoltre di consultare un medico.

    Le salmonelle sono batteri patogeni per l'essere umano e gli animali (cosiddetto agente zoonotico). Nell'essere umano possono provocare disturbi gastrointestinali accompagnati da febbre, vomito, diarrea e crampi allo stomaco nello spazio di poche ore (6-72). Nei bambini, nelle donne incinta, nelle persone anziane o nelle persone con sistema immunitario indebolito, l'infezione può portare a un collasso circolatorio o addirittura al decesso.

L'Ufficio federale della sanità pubblica continuerà a seguire la situazione. I laboratori cantonali sono già stati informati e stanno verificando l'osservanza del ritiro dei prodotti ordinato. Berna, 22 luglio 2005 Ufficio federale della sanià pubblica

Per ulteriori informazioni Markus Kaufmann, Sezione norme e coordinazione, tel. 031 322 95 05



Plus de communiques: Bundesamt für Gesundheit

Ces informations peuvent également vous intéresser: