Lungenliga Schweiz / Ligue pulmonaire Suisse / Lega polmonare svizzera

Nuovo fondo di sostegno della Lega polmonare: Una boccata d'aria per la ricerca svizzera sulle malattie polmonari

Berna (ots) - Il nuovo fondo di sostegno della Lega polmonare a favore della ricerca sostiene annualmente alcuni progetti molto promettenti nel campo dell'inquinamento dell'aria e sulle malattie polmonari con un contributo di almeno CHF 240'000.-. Con il suo impegno nella ricerca, la Lega polmonare intende fornire in futuro un ulteriore aiuto alle persone affette da malattie polmonari e delle vie respiratorie.

I progressi osservati nel campo della ricerca possono aiutare le persone affette da malattie polmonari e delle vie respiratorie a raggiungere una migliore qualità di vita o una maggiore aspettativa di vita. A tale scopo la Lega polmonare sostiene ora in modo sistematico i progetti di ricerca eccezionali nel campo dell'inquinamento dell'aria e delle malattie polmonari. Nel 2013, essa ha stanziato per la prima volta CHF 240'000.- a favore della ricerca e prevede un aumento graduale del contributo annuale.

Non vengono promossi esclusivamente progetti tradizionali per le malattie polmonari e delle vie respiratorie. Possono essere presentati anche progetti di ricerca nel campo della politica sanitaria e dell'economia della salute, dell'epidemiologia, dell'inquinamento dell'aria e della qualità dell'aria così come della prevenzione, a condizione che i progetti interessino l'ambito delle malattie polmonari. La commissione di ricerca, sotto la direzione del Prof. Dr. med. Thomas Geiser (Ospedale universitario di Berna), garantisce la qualità scientifica dei progetti. Le domande possono essere presentate fino al 17 giugno 2013. Le decisioni saranno comunicate dopo un periodo di quattro o cinque mesi.

«Non aspettano altro» Il Prof. Dr. Thomas Geiser è convinto che saranno presentati molti progetti interessanti. «In questo campo vi è una grande richiesta di sostegno alla ricerca. So bene che molti ricercatori non aspettano altro che poter presentare i loro progetti. Posso immaginare che andremo incontro a scelte difficili.» Il Prof. Geiser è molto soddisfatto della continuità che il fondo della Lega polmonare garantisce. «Investire nella ricerca è un progetto che dà i suoi frutti a lungo termine. Sono certo che la Lega polmonare, così facendo, può contribuire a migliorare le prospettive delle persone affette da malattie polmonari e delle vie respiratorie sia con i progressi nel campo della prevenzione, del riconoscimento precoce, del trattamento e della cura o nell'ambito della qualità della vita.».

Ulteriori informazioni e pubblicazioni (esclusivamente in inglese): www.lung.ch/research

Chi respira vive

La Lega polmonare consiglia e assiste le persone affette da malattie polmonari e insufficienze respiratorie affinché possano vivere quanto più possibile senza disturbi, in modo autonomo e beneficiare di una migliore qualità di vita. In tutta la Svizzera 23 leghe cantonali costituiscono importanti punti di riferimento per le malattie come l'asma, l'apnea da sonno, la bronchite cronica, la BPCO o anche la tubercolosi. La Lega polmonare s'impegna anche per una migliore qualità dell'aria, dentro e intorno a noi. www.legapolmonare.ch

Contatto:

Sig. Cornelis Kooijman
Tel.: +41/31/378'20'38
E-Mail: c.kooijman@lung.ch



Plus de communiques: Lungenliga Schweiz / Ligue pulmonaire Suisse / Lega polmonare svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: