Lungenliga Schweiz / Ligue pulmonaire Suisse / Lega polmonare svizzera

Lega polmonare svizzera: La tubercolosi rimane un tema d'attualità

Berna (ots) - La tubercolosi (TBC) continua ad essere in tutto il mondo, oggi come in passato, una delle malattie infettive più pericolose. Ogni giorno, 5'000 persone muoiono di tubercolosi e un terzo della popolazione mondiale è contagiato dai bacilli che ne sono la causa. Spesso le persone colpite hanno solo una possibilità: la tempestiva diagnosi della malattia e il trattamento con opportuni medicamenti. In occasione della Giornata mondiale della tubercolosi del 24 marzo, promossa dall'OMS, la Lega polmonare richiama una volta ancora l'attenzione su questa allarmante situazione. Nonostante i casi nuovi di TBC registrati in Svizzera siano in costante diminuzione (circa 530 nel 2006), in determinate grandi città europee si nota un preoccupante incremento di nuovi casi. Una causa importante di questo aumento è la comparsa sempre più frequente di germi patogeni resistenti agli usuali medicamenti per la TBC. Particolarmente grave è il problema nel caso dei ceppi XDR (extra-resistenti) in Africa e nell'Europa dell'est. Anche la progressiva epidemia di Aids in questi Paesi favorisce l'aumento dei casi di tubercolosi. L'Aids, infatti, indebolisce il sistema immunitario delle persone colpite e in quelle già infettate scatena l'insorgenza della malattia. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) è necessario migliorare urgentemente la diagnosi della tubercolosi. Vi è un impellente bisogno di test diagnostici semplici per identificare più rapidamente un'infezione di TBC e di medicamenti efficaci per ridurre il tempo di trattamento; ancora oggi, infatti, nei Paesi in via di sviluppo milioni di casi di TBC continuano a non essere diagnosticati. La situazione mondiale è ben lungi dall'essere sotto controllo e non si può escludere una nuova recrudescenza di questa malattia. 24 marzo 2007 - Giornata mondiale della tubercolosi Ogni anno, l'OMS dedica alla tubercolosi la giornata del 24 marzo. In considerazione della situazione innanzi descritta, il coordinamento degli sforzi internazionali nella lotta contro la tubercolosi, sotto l'egida dell'OMS e dell'Unione Internazionale contro la Tubercolosi (Union Internationale contre la Tuberculose), continua a rivestire un'importanza vitale. La priorità assoluta viene data ad un libero accesso a medicamenti antitubercolari e antivirali, a trattamenti senza intralci od ostacoli di varia natura e all'intensificazione della ricerca. Sostenere i programmi di lotta contro la tubercolosi nei Paesi con gravi epidemie non è solo un dovere morale dei Paesi occidentali ma, a lungo termine, anche un investimento redditizio per la sanità pubblica. La Lega polmonare fornisce il suo contributo in Svizzera organizzando regolarmente tra l'altro anche dei corsi per il personale specialistico e sostiene, in collaborazione con la Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), i programmi sanitari contro la tubercolosi in Africa e nell'Europa dell'est. Il 16° Simposio sulla tubercolosi di Münchenwiler del 22 marzo 2007 è dedicato quest'anno ai problemi attuali e alle novità nella lotta contro la tubercolosi. In questa giornata verranno inoltre trattati degli aspetti specifici per la Svizzera quali la seconda edizione del Manuale della tubercolosi destinato agli specialisti, la disponibilità di antitubercolari e il nuovo sistema d'identificazione e accertamento individuale per gli immigrati al confine. Un altro tema sarà ovviamente anche la tubercolosi extra-resistente (XDR-TBC). Centro nazionale competenza tubercolosi Il Centro nazionale competenza tubercolosi svolge i suoi compiti di piattaforma d'informazione e di coordinamento dal marzo 2003. Si adopera affinché sia assicurata a specialisti e medici la disponibilità di corsi di perfezionamento sul tema della TBC e al personale medico la possibilità di continuare ad utilizzare gratuitamente la TB-Hotline 0800 388 388. Il Centro si adopera anche affinché tutti gli interessati possano disporre del necessario materiale informativo. Il Centro è inoltre responsabile della costituzione delle scorte atte a soddisfare il fabbisogno svizzero di antitubercolotici, dell'istituzione di una rete per traduzioni interculturali e dell'acquisizione di informazioni complementari per l'UFSP concernenti le analisi ambientali e i risultati dei trattamenti. Per ulteriori informazioni: http://www.tbinfo.ch http://www.stoptb.org ots Originaltext: Lega polmonare svizzera Internet: www.presseportal.ch Contatto: Per domande sulla situazione della tubercolosi, rivolgersi p.f. a: Lega polmonare svizzera Centro competenza tubercolosi Dr. Jean-Pierre Zellweger Südbahnhofstrasse 14c 3000 Berna 14 Tel.: +41/31/378'20'50 Fax: +41/31/378'20'51 E-Mail: tbinfo@lung.ch Per domande sul Centro competenza tubercolosi, rivolgersi p.f. a: Lega polmonare svizzera Centro competenza tubercolosi Jean-Marie Egger Südbahnhofstrasse 14c 3000 Berna 14 Tel.: +41/31/378'20'50 Fax: +41/31/378'20'51 E-Mail: tbinfo@lung.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: