Lungenliga Schweiz / Ligue pulmonaire Suisse / Lega polmonare svizzera

Consulenza psicosociale e accompagnamento delle leghe polmonari cantonali

Una malattia polmonare difficilmente viene da sola

    Berna (ots) - Le malattie croniche delle vie respiratorie o dei polmoni costituiscono un peso non solo fisico per chi ne è colpito. Spesso mettono anche paura e provocano malumore, depressione o addirittura isolamento. Le Leghe polmonari cantonali, con la loro offerta di accompagnamento e consulenza psicologica, aiutano le persone colpite ad affrontare in modo migliore le difficoltà psichiche e la faticosa vita quotidiana.

    Le malattie croniche possono provocare alle persone che ne sono colpite una situazione psichica o psicosociale difficoltosa per via della durata, del decorso o per i dolori e le limitazioni permanenti, che la malattia stessa può causare. Gravi patologie respiratorie e polmonari in questo senso sono particolarmente aggravanti: le difficoltà di respirazione permanenti, la sensazione opprimente di ricevere troppo poca aria e quindi di perdere forza, creano spesso nei pazienti, uomini e donne, paure, panico e a volte stati d'animo depressivi. Non di rado le persone affette da bronchite cronica, asma grave allergica, enfisema polmonare, fibrosi cistica o tubercolosi si trovano in un cerchio infernale, da cui non riescono ad uscire da soli. Che cosa fare se la malattia si porta via ad ogni emozione aria e forza? E cosa succede se per questo non si riesce più a lavorare, si perdono gli amici? Come si possono affrontare in questa situazione le proprie insicurezze e paure? Come ci si relaziona con le pretese pedanti delle assicurazioni e delle istituzioni? Come si lotta per la propria qualità della vita, per i propri diritti ed esigenze di dato, ma non di fatto, se la forza e il coraggio per combattere vengono a mancare?

    Rassegnarsi o lottare?

    Non è facile rompere il cerchio infernale in cui si trovano i malati polmonari e delle vie respiratorie: quanto più si comportano in modo passivo, tanto meno disturbi provoca loro la respirazione. Quanto più attivi e decisi reagiscono alle conseguenze della malattia, all'invalidità totale o parziale, all'inabilità al lavoro, all'isolamento sociale ecc., tanto più intensi si fanno spesso la necessità di respirare, i dolori o la debolezza. Il motivo è che in situazioni di stress la respirazione si fa più rapida, e quindi il fabbisogno di ossigeno amplifica le conseguenze della malattia respiratoria.

    Le leghe polmonari cantonali sono di aiuto!

    Accanto alla terapia respiratoria con speciali apparecchiature, l'accompagnamento e l'assistenza psicosociale fanno parte dei compiti più importanti delle Leghe polmonari cantonali e dei loro consultori regionali. La consulenza psicosociale è tenuta in loco da infermiere e infermieri o da assistenti sociali. A seconda della persona l'assistenza comprende: consulenza in caso di problemi personali, familiari e sociali, consulenza legale e assicurativa, sostegno in caso di situazioni finanziarie bisognose, assistenza per problemi abitativi, coordinamento delle persone di riferimento, utilizzazione delle proprie risorse e mediazione di prestazioni di servizio.     Trovare ascolto in un luogo neutrale

    Coloro che durante tutta la vita sono stati autonomi e mai dipendenti dal sostegno altrui, spesso hanno difficoltà a farsi aiutare. Se alla malattia si associano un abbassamento del livello di prestazione sul lavoro, ristrettezze finanziarie oppure l'isolamento sociale e stati d'animo depressivi, si ricorre all'«aiuto esterno» soltanto quando è troppo tardi: quando già si sono persi il lavoro o la casa, quando i contrasti con le istituzioni, i padroni di casa, i datori di lavoro o i membri della famiglia sono ormai troppo avanzati. Spesso è necessario solo un aiuto temporaneo per riaggiustare questi rapporti in modo che gli interessati possano poi riprendere in mano la situazione. Ci sono però casi in cui le leghe polmonari assumono funzioni di sostegno di lunga durata. Per questi malati di lunga durata è importante potersi rivolgere in caso di necessità ad un luogo neutrale, dove trovano ascolto, senza essere messi in discussione come persone. Grazie al regolare contatto con il consultorio può instaurarsi un rapporto stabile, il quale permette di affrontare una per una le difficoltà psichiche e attivare a piccoli passi un cambiamento nel modo di pensare e di comportarsi della persona interessata. In questo modo i pazienti di lunga durata possono trovare una stabilizzazione.

    L'accompagnamento e l'assistenza psicologica della Lega polmonare

    Argomento centrale del nuovo numero di inspiration, la rivista di informazione della Lega polmonare

    La rivista d'informazione «inspiration» della Lega polmonare Svizzera, N. 6/01, si occupa attentamente del tema dell'accompagnamento e dell'assistenza psicosociale dei malati ai polmoni e alle vie respiratorie. E' pubblicato in tedesco, francese e in un'edizione speciale anche in italiano. Esemplari singoli possono essere richiesti gratuitamente a:

    Lega polmonare Svizzera LPS     Nadia Schawalder     Südbahnhofstrasse 14 c     3000 Bern 17

    Tel.: 031 378 20 50     Fax: 031 378 20 51     n.schawalder@lung.ch

    Ulteriori informazioni sulle prestazioni di servizio delle Leghe polmonari a favore di persone malate ai polmoni e alle vie respiratorie si possono ottenere all'indirizzo:

    Internet: www.lung.ch     E-Mail: Info@lung.ch  

ots Originaltext: Lega polmonare Svizzera
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Werner Vogel, direttore marketing e PR, Lega polmonare Svizzera,
Südbahnhofstr. 14c, 3000 Berna 17, Tel. +41 31 378 20 50,
+41 76 386 46 97, w.vogel@lung.ch



Plus de communiques: Lungenliga Schweiz / Ligue pulmonaire Suisse / Lega polmonare svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: