Lungenliga Schweiz / Ligue pulmonaire Suisse / Lega polmonare svizzera

Non fumare è la migliore prevenzione del cancro polmonare (Versione completa)

    Berna (ots) - Negli ultimi decenni i casi di cancro polmonare sono decisamente aumentati, di pari passo con l'aumento del consumo di tabacco. Al momento l'unica possibilità di guarigione completa è data dal trattamento del tumore allo stadio iniziale. Presso gli Ospedali centrali svizzeri vengono condotti studi clinici su nuovi metodi quali la terapia con anticorpi o i vaccinotrattamenti.

    Il cancro polmonare è una delle forme tumorali più ricorrenti e maligne. È la forma di cancro che colpisce maggiormente gli uomini, mentre fra le donne è al terzo posto, dopo il cancro al seno e all'intestino. In Svizzera ogni anno circa 2300 uomini e 700 donne si ammalano di cancro polmonare, e ogni giorno circa 7 persone ne muoiono. Dagli anni '80 in poi, in Svizzera e nei paesi vicini il cancro polmonare uccide sempre meno uomini e sempre più donne; a partire dagli anni '70, in Svizzera la mortalità per cancro polmonare fra le donne è più che triplicata. Questo notevole aumento è dovuto al fatto che sempre più donne iniziano a fumare già negli anni dell'adolescenza. Il rischio di ammalarsi di cancro polmonare riguarda soprattutto le donne che vivono nelle grandi città e gli uomini delle classi sociali inferiori.

    Il fumo è di gran lunga la causa principale dell'insorgenza del cancro polmonare. Un'altra possibile causa è il contatto prolungato, ad es. sul posto di lavoro, con sostanze cancerogene (amianto, arsenico, cromo, radon, ecc.). Il 90 percento delle persone colpite sono fumatori. Si stima che 30 o 40 anni dopo la prima boccata, un fumatore su dieci si ammali di cancro polmonare. Per i fumatori passivi il rischio di ammalarsi di cancro polmonare è doppio rispetto ai non fumatori. Non fumare è quindi il miglior modo per prevenire il cancro polmonare. Le fumatrici e i fumatori che decidono volontariamente di smettere di fumare ricevono sostegno e consulenza presso le leghe polmonari cantonali (per gli indirizzi consultare il sito Internet www.lung.ch).

    Diagnosi e terapia

    Tutti i tipi di cancro hanno origine dalla riproduzione incontrollata delle cellule di un organo o di un tessuto. I tumori maligni si contraddistinguono per il fatto che sfuggono al normale controllo della crescita dell'organismo. Le cellule anomale si moltiplicano senza interruzione, invadono il tessuto circostante e lo distruggono. Si formano cos" le metastasi.

    Il cancro polmonare rimane silente a lungo, causando solo pochi disturbi, soprattutto tosse ed espettorazione, con occasionali tracce di sangue. Successivamente si possono presentare insufficienza respiratoria, dolori, peggioramento dello stato di salute generale e perdita di peso. In una percentuale di pazienti compresa all'incirca fra il 6 e il 15 percento il cancro viene scoperto per caso, soprattutto in seguito a un esame radiologico. Altre procedure per immagini quali ecografia o tomografia computerizzata permettono di formulare ipotesi sulla diffusione del tumore o sulla presenza di metastasi. I migliori risultati per l'accertamento della presenza di cellule tumorali si ottengono con la broncoscopia. Mentre le vie respiratorie vengono illuminate con un sistema ottico flessibile, il medico preleva campioni di tessuto sospetto che successivamente esamina al microscopio per scoprire se si tratta di cellule maligne o meno.

    Per il momento il trattamento prevede per la maggior parte dei casi la rimozione chirurgica del tumore. A causa delle metastasi già presenti nei linfonodi e in altri organi al momento della diagnosi, solo il 10 - 20 percento dei pazienti colpiti può essere operato. A seconda della natura e della diffusione del tumore vengono adottate quindi chemioterapie e/o radioterapia il cui scopo è quello di bloccare la crescita delle cellule. Negli ultimi anni l'efficacia e la tollerabilità delle chemioterapie sono notevolmente migliorate grazie allo sviluppo di nuove sostanze. Presso gli Ospedali centrali svizzeri vengono inoltre effettuati studi clinici su terapie con anticorpi, procedure vacciniche e sostanze che bloccano gli enzimi al fine di arrestare la crescita delle cellule maligne.

    Vivere con il cancro

    Nelle fasi avanzate delle malattie tumorali va prestata la massima attenzione ad una efficace terapia del dolore e al mantenimento di una qualità della vita il più possibile buona. A seconda dell'entità del dolore sono disponibili diversi medicinali, soprattutto pastiglie, che se necessario possono anche essere combinati. In caso di dolori molto forti vengono utilizzati preparati a base di morfina in dosi sufficientemente elevate. La radioterapia mirata serve ad alleviare il dolore provocato da metastasi ossee.

    Attualmente l'assistenza medica in convalescenza alle persone colpite da cancro è intesa nel senso più completo; si presta assistenza sia fisica che psicosociale, si eliminano e si limitano le conseguenze della malattia o della terapia, e si attuano misure di riabilitazione. Le visite di controllo sono fissate ad intervalli di tempo stabiliti, in base alla situazione e alle necessità dei singoli malati.

    Con regolari esercizi di ginnastica respiratoria ed una alimentazione sana, le persone colpite possono agire positivamente sul proprio stato di salute generale e migliorare la propria qualità di vita. Un altro fattore importante è rappresentato dal dialogo aperto e sincero soprattutto con i familiari e gli amici, che distoglie le persone colpite da pensieri e sentimenti opprimenti. L'ambiente circostante dovrebbe inoltre aiutare le persone colpite a condurre comunque una vita il più possibile attiva e a non concentrarsi esclusivamente sulla malattia.

    Ulteriori informazioni

    L'attuale edizione di "inspiration", la rivista informativa della Lega polmonare Svizzera, contiene informazioni dettagliate relative al cancro polmonare. I singoli numeri di "inspiration" sono distribuiti gratuitamente da: Lega polmonare Svizzera, Südbahnhofstr. 14 c, 3000 Bern 17, Tel.: 031 378 20 50, Fax: 031 378 20 51, info@lung.ch

ots Originaltext: Lega polmonare Svizzera
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Dr. Med. Carlo Mordasini, Primario del Reparto di Pneumologia,
Tiefenauspital Berna, Tel. +41 31 308 87 11, e-mail:
carlo.mordasini@spitalbern.ch

Werner Vogel, responsabile Marketing e PR, Lega polmonare Svizzera,
tel. +41 31 378 20 54, e-mail: w.vogel@lung.ch



Plus de communiques: Lungenliga Schweiz / Ligue pulmonaire Suisse / Lega polmonare svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: