Pro Infirmis Schweiz

Revisione LAI 6b: La Pro Infirmis contraria ai tagli alle rendite AI

    Zurigo (ots) - La Pro Infirmis si oppone ai tagli alle rendite AI previsti dalla seconda parte della sesta revisione della LAI. Se questi fossero approvati dal Parlamento, la Pro Infirmis e altre organizzazioni del settore dell'handicap prenderebbero in considerazione il lancio di un referendum.

    Nel quadro della seconda parte della sesta revionse della LAI, il Consiglio federale propone di praticare drastici tagli (fino al 37,5 per cento) alle rendite. Un tale provvedimento andrebbe a discapito soprattutto dei disabili con un'invalidità parziale tra il 55 e il 99 per cento, persone che a causa delle gravi limitazioni ben difficilmente troveranno lavoro sul mercato primario.

    Con questo progetto, il Consiglio federale mostra che in seno all'AI è possibile procedere a nuovi risparmi soltanto adottando provvedimenti anti-sociali, poiché il limone è già del tutto spremuto. Negli ultimi anni, in nessun'altra assicurazione sociale si è avuta una tale riduzione di casi di nuove rendite, si sono combattuti giustamente gli abusi e migliorate le misure di reinserimento professionale come nell'AI. Il risultato è stata una compressione del disavanzo. Ora, si vogliono incrementare i risparmi a spese dei numerosi handicappati che dipendono dalla rendita AI per vivere e che sono chiamati alla cassa per turare la falla della trascorsa gestione deficitaria dell'AI. La Pro Infirmis si aspetta che, oltre alle proposte di risparmio, vengano sondate nuove possibilità per aumentare le entrate. Va ricordato che i contributi degli assicurati sono stati adeguati l'ultima volta 15 anni or sono.

    La Pro Infirmis si impegna per un'AI che offra prospettive reali alle persone handicappate, che le sostenga nel reinserimento professionale e che versi rendite in grado di coprire il minimo vitale. Già oggi queste rendite sono ridotte all'osso, e più di 100'000 assicurati dipendono dalle prestazioni complementari. Per la Pro Infirmis un taglio alle rendite è inaccettabile: se necessario, assieme ad altre organizzazioni del settore dell'handicap, valuterebbe l'eventualità di lanciare un referendum.

ots Originaltext: Pro Infirmis Schweiz
Internet: www.presseportal.ch

Contatto:
Pro Infirmis
Feldeggstrasse 71
8032 Zurigo

Urs Dettling
Membro della Direzione
Tel.:    +41/44/388'26'26
Mobile: +41/79/510'47'56



Plus de communiques: Pro Infirmis Schweiz

Ces informations peuvent également vous intéresser: