Bundesamt für Veterinärwesen

Cani pericolosi: elaborazione di misure entro la fine di gennai

      (ots) - In tutta la Svizzera è necessario introdurre rapidamente
e in modo unitario misure per proteggere la popolazione dai cani
pericolosi. È a questa conclusione che sono giunti oggi l'Ufficio
federale di veterinaria (UFV) e i veterinari cantonali nel corso di
una conferenza telefonica. Entro la fine del mese di gennaio 2006
sarà proposto al Consigliere federale Joseph Deiss un pacchetto di
misure basato sulle esperienze dei Cantoni che hanno adottato
efficaci leggi sui cani.

È necessario adottare misure di protezione su un vasto fronte che si estende dall'importazione alla detenzione passando per 'allevamento. L'UFV, altre autorità federali, numerosi veterinari cantonali, i Capi dei Dipartimenti di giustizia e polizia, la Società cinologica svizzera e l'Associazione veterinaria svizzera per la medicina comportamentale si riuniranno nei prossimi giorni ed entro la fine di gennaio elaboreranno un pacchetto di misure valide per tutta la Svizzera. In questa occasione si dovrà anche chiarire come attuare efficacemente queste misure.

Una cosa è certa. Entro la fine del 2006, a livello federale tutti i cani dovranno essere identificati e registrati in una banca dati. La legge sulla protezione degli animali, la cui deliberazione sarà conclusa a metà dicembre, conferisce alla Confederazione la competenza di regolamentare la detenzione e l'allevamento dei cani. In particolare si prevede di vietare l'allevamento di cani a scopo di renderli aggressivi. Le misure decretate nel 2000 sono state attuate in modo molto diverso da Cantone a Cantone. Grazie alla decisione di oggi si intende trovare una soluzione unitaria a livello nazionale.

UFFICIO FEDERALE DI VETERINARIA Servizio informazioni e comunicazione Informazioni: Marcel Falk, Comunicazione, 031 / 323 84 96



Plus de communiques: Bundesamt für Veterinärwesen

Ces informations peuvent également vous intéresser: