Bundesamt für Veterinärwesen

Primo semestre del 2004 senza casi di BSE

      (ots) - Nel primo semestre del 2004, l'Ufficio federale di
veterinaria (UFV) non ha registrato casi di BSE. Si tratta del primo
semestre senza casi di BSE dal 1990, anno in cui questa malattia si
è manifestata per la prima volta in Svizzera. In tal modo prosegue
in misura accentuata la diminuzione del numero di casi di BSE, che
dura ormai da diversi anni; tuttavia l'UFV si attende che nel corso
dei prossimi anni vi saranno ulteriori casi, anche se isolati, di
animali colpiti da tale epizoozia.

    Il fatto che in questo semestre non si siano verificati casi di BSE evidenzia nuovamente l'efficacia dei provvedimenti adottati in tale ambito. La lotta a questa malattia è iniziata già nel 1990, non appena è stato scoperto il primo caso di BSE in Svizzera. Da allora i provvedimenti di lotta sono stati costantemente intensificati, fino al divieto generale di foraggiare con farina animale tutti gli animali da reddito e all'istituzione dell'Unità BSE nel 2001.

    Dal 1995 il numero dei casi di BSE sta effettivamente diminuendo. Allora erano stati registrati 68 casi di BSE. Malgrado una sorveglianza nettamente intensificata sono stati scoperti sempre meno casi: infatti nel 2001 se ne sono individuati ancora 42, nel 2002 complessivamente 24 e l'anno scorso soltanto 21.

    Un grafico che illustra l'andamento del numero di casi si trova consultando il sito: www.bvet.admin.ch/bse-uebersicht.htm Per ulteriori informazioni in merito alla BSE si può consultare il sito: www.bvet.admin.ch.

UFFICIO FEDERALE DI VETERINARIA Servizio stampa e informazione Per informazioni: Marcel Falk, Settore comunicazione, 031 / 323 84 96



Plus de communiques: Bundesamt für Veterinärwesen

Ces informations peuvent également vous intéresser: