Bundesamt für Veterinärwesen

BVET: Blocco delle importazioni di pollame da Tailandia e Cina

      Bern (ots) - L'Ufficio federale di veterinaria (UFV) ha posto
venerdì il divieto alle importazioni di volatili vivi, della carne
di pollame, dei sottoprodotti di pollame (per es. piume) e di uova
da Tailandia e Cina. La decisione è dovuta all'epidemia di peste
aviare scoppiata nell'Asia orientale. Mediante il blocco delle
importazioni si garantisce che non giungano in Svizzera prodotti
derivati da volatili in provenienza dall'Asia orientale.
Il provvedimento dell'UFV ha carattere preventivo.
Con il divieto d'importazione l'UFV salvaguardia i volatili svizzeri
da un contagio della peste aviare, epizoozia nota anche con il nome
di influenza aviaria.
Il consumo di carne di pollame non rappresenta invece alcun
pericolo per l'uomo. L'anno passato sono state importate in Svizzera
circa 5'000 tonnellate di carne di pollo dalla Tailandia, nonché 500
tonnellate di carne di pollame e 16 tonnellate di piume di pollo
dalla Cina. L'attuale epidemia di peste aviare è cominciata in Corea
del Sud, Vietnam, Giappone e Taiwan. Al momento non sono in corso
importazioni di carne né di prodotti derivati da volatili da questi
quattro Paesi. L'UFV continuerà a non autorizzare le importazioni di
prodotti derivati da volatili dall'area del contagio.
La peste aviare è un'epidemia altamente contagiosa per i volatili
che in Svizzera non si è più manifestata dal 1930.



Plus de communiques: Bundesamt für Veterinärwesen

Ces informations peuvent également vous intéresser: