Bundesamt für Veterinärwesen

BVET: Lieve diminuzione dei casi di BSE

      (ots) - Nel 2003 sono comparsi 21 casi di BSE. Di conseguenza,
pur se in forma affievolita, è proseguito il calo registrato negli
ultimi anni: nel 2002 i casi di BSE erano 24, nel 2001 addirittura
42.

    In totale, 19 casi sono stati scoperti nell'ambito del programma di sorveglianza ufficiale. In tale occasione, sono stati esaminati più di 26'000 bovini adulti, facenti parte soprattutto di gruppi a rischio, come animali morti, uccisi o sottoposti a macellazione sanitaria. I risultati dei controlli effettuati su base volontaria presso i grandi distributori e i macelli, concernenti gli animali macellati ordinariamente, sono soddisfacenti: sono stati esaminati più di 150'000 animali, e soltanto 2 casi sono risultati positivi riguardo alla BSE. Nel 2002 i casi erano 5 e nel 2001 addirittura 13. Questo forte calo prova che i detentori degli animali e i veterinari riconoscono sempre più spesso gli animali adulti che presentano sintomi sospetti di BSE, e li sottopongono sempre più frequentemente a test di rilevamento di questa malattia.

    La maggior parte dei casi di BSE comparsi nel 2003 concernevano animali nati nel periodo compreso tra il 1996 e il 1999. Per la prima volta, un animale nato nel 2000 è risultato positivo al test di accertamento della BSE. I dati disponibili riguardanti quest'ultimo caso dimostrano che la più severa misura di lotta alla malattia, attuata nel 2001 - il divieto totale di utilizzare le farine animali per l'alimentazione di tutti gli animali da reddito - era necessaria. Le misure adottate fino al 2000 non sembravano sufficienti per eradicare la BSE.

    Resta però da chiarire quale sia la causa dell'indebolimento che, l'anno scorso, ha caratterizzato la diminuzione dei casi di BSE. Attualmente, presso l'Ufficio federale di veterinaria (UFV) si stanno considerando diverse ipotesi.

    L'eradicazione della BSE in Svizzera continua ad essere l'obiettivo dichiarato. Il suo conseguimento è oltremodo difficile, considerato che bastano quantità minime di farine animali contaminate per contagiare un bovino. Le misure di lotta alla BSE devono perciò essere attuate rigorosamente ed essere oggetto di severi controlli effettuati ad ogni livello. A ciò si dedicano l'UFV e l'Unità BSE della Confederazione.

UFFICIO FEDERALE DI VETERINARIA Servizio stampa e informazione Informazioni: Marcel Falk, comunicazione, 031 / 323 84 96 Dagmar Heim, capo progetto TSE, 031 / 324 99 93



Plus de communiques: Bundesamt für Veterinärwesen

Ces informations peuvent également vous intéresser: