Bundesamt für Veterinärwesen

BVET: Stretta collaborazione tra Confederazione e università per garantire la salute degli animali e quella dei consumatori

      (ots) - In relazione alle problematiche concernenti le malattie
animali e la sicurezza delle derrate alimentari, in futuro
l'università di Berna e l'Ufficio federale di veterinaria (UFV)
rafforzeranno la loro collaborazione. A tale scopo, a partire dal
2004 i rispettivi laboratori di batteriologia verranno riuniti per
costituire un nuovo centro di competenze. Oggi sarà firmato
l'accordo di cooperazione.

    Le malattie animali e le epizoozie causano gravi problemi all'agricoltura e rappresentano una sfida importante per la medicina veterinaria. Perciò, sia per la salute degli animali, sia per ragioni di natura economica, è importante poter agire rapidamente, determinando gli agenti patogeni responsabili delle malattie (diagnostica) e prendendo i necessari provvedimenti. Alcune malattie animali (le cosiddette zoonosi) possono colpire anche l'essere umano e, considerato che la loro trasmissione può avvenire anche con il consumo di derrate alimentari, la sicurezza di queste ultime è messa in pericolo. Nell'ambito della medicina veterinaria, come pure di quella umana, i batteri resistenti agli antibiotici sono all'origine di problemi di importanza rilevante.

    Nei tre settori seguenti: zoonosi causate da batteri, malattie animali di origine batterica e resistenza agli antibiotici, a partire dal 1° gennaio 2004 e nel quadro della facoltà VETSUISSE, la Confederazione rafforzerà la sua collaborazione con l'università di Berna, unendo il laboratorio batteriologico dell'UFV con quello dell'Istituto di batteriologia veterinaria dell'ateneo bernese. Oggi sarà ufficialmente sottoscritto il contratto relativo alla cooperazione e alla fondazione del nuovo centro per le zoonosi, le malattie animali di origine batterica e la resistenza agli antibiotici (ZOBA).

ZOBA significa: crescita sul piano internazionale e sfruttamento delle sinergie!

    Lo ZOBA fornirà servizi in ambito diagnostico e, nel contempo, svolgerà attività di ricerca e sviluppo. Presso tale centro, i futuri specialisti avranno la possibilità di formarsi a livello accademico e di seguire corsi di formazione continua nel settore della microbiologia veterinaria.

    Grazie alla messa in comune del bagaglio conoscitivo di cui i due laboratori dispongono, lo ZOBA costituirà, a livello nazionale ed internazionale, uno dei gruppi leader nel suo settore.

UFFICIO FEDERALE DI VETERINARIA Servizio stampa e informazione Informazioni: Katharina Stärk, UFV, capo del settore monitoring, 031 / 323 95 44

UNIVERSITÀ DI BERNA Servizio pubbliche relazioni Informazioni: Joachim Frey, università di Berna, direttore dell'Istituto di batteriologia veterinaria, 031 / 631 24 14



Plus de communiques: Bundesamt für Veterinärwesen

Ces informations peuvent également vous intéresser: