Bundesamt für Veterinärwesen

Divieto d'importazione per uccelli provenienti dal Belgio e dai Paesi Bassi

      (ots) - A seguito della diffusione della peste aviare in Belgio,
l'Ufficio federale di veterinaria (UFV) ha deciso di vietare
l'importazione e il transito di uccelli provenienti dal Belgio anche
nell'ambito del traffico viaggiatori. Questo provvedimento entrerà
in vigore giovedì 24 aprile 2003. L'importazione e il transito
commerciale di volatili dai paesi menzionati sono già proibiti. I
paesi colpiti dalla peste aviarie (influenza aviaria) – ovvero i
Paesi Bassi e adesso anche il Belgio – hanno già provveduto a
bloccare le esportazioni di uccelli. Malgrado ciò, l'ulteriore
diffusione nei Paesi Bassi e la sua comparsa in Belgio, hanno
conferito all'epizoozia una dimensione più importante che giustifica
nuovi provvedimenti intesi a escludere anche il minimo rischio.
L'UFV ha deciso di reagire a questa nuova situazione decretando il
divieto temporaneo di importazione e di transito per uccelli
provenienti dal Belgio e dai Paesi Bassi, nell'ambito del traffico
viaggiatori, a partire dal 23 aprile 2003. Questa misura non
riguarda solo i volatili, bensì esplicitamente tutti gli animali
della classe zoologica degli uccelli – quindi, ad esempio, anche gli
uccelli ornamentali e da compagnia. L'importazione e il transito
commerciali di volatili erano già stati vietati.

UFFICIO FEDERALE DI VETERINARIA Servizio stampa e informazione Per informazioni: Jakob Schluep, settore Autorizzazioni e ispezioni dell'UFV, 031 / 323 85 10



Plus de communiques: Bundesamt für Veterinärwesen

Ces informations peuvent également vous intéresser: