Bundeskanzlei BK

Snellimento dell'organizzazione dell'informazione in caso di crisi

Berna (ots) - Cancelleria federale svizzera Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport Snellimento dell'organizzazione dell'informazione in caso di crisi Il Consiglio federale ha approvato il rapporto "Valutazione dell'informazione della Confederazione in situazioni di crisi". Secondo il rapporto, le attuali basi giuridiche e concettuali ben si prestano a far fronte alle esigenze in materia di comunicazione in situazioni straordinarie. Inoltre si valuta che i media civili siano in grado - almeno in parte - di svolgere il loro ruolo. Il Consiglio federale giunge pertanto alla conclusione che anche in momenti di crisi si può rinunciare all'aiuto di stati maggiori militari. Ha dunque deciso di sciogliere sia lo Stato maggiore del Consiglio federale DISTRA sia lo Stato maggiore del Consiglio federale Centrale d'informazione. Il Consiglio federale ha adottato il rapporto "Valutazione dell'informazione della Confederazione in situazioni di crisi ". Il documento è stato redatto in ottemperanza alla mozione del consigliere nazionale Erich Müller (PLR/ZH; 99.3076), accolta sotto forma di postulato, ed è stato elaborato da un gruppo di lavoro interdipartimentale sotto la direzione del portavoce del Consiglio federale Achille Casanova. Il rapporto giunge alla conclusione che, considerate le attuali minacce a livello internazionale e l'evoluzione che i media hanno registrato negli questi ultimi anni, sussistono le premesse affinché i media civili siano in grado di svolgere la loro funzione - almeno in parte - in tutte le situazioni immaginabili. Di conseguenza non è necessario disporre di formazioni militari che si sostituiscano ai media civili. Finora queste mansioni rappresentavano il compito centrale della divisione Stampa e Radio. Lo Stato maggiore del Consiglio federale DISTRA e il Rgt Info 1 possono pertanto essere sciolti a medio termine. Tuttavia, occorrerà anzitutto concludere delle convenzioni di prestazioni fra la Confederazione e la SSR, al fine di garantire che il Consiglio federale possa raggiungere via radio la popolazione su tutto il territorio nazionale in qualsiasi situazione immaginabile. In questi ultimi anni inoltre i servizi di informazione della Confederazione sono stati dotati delle necessarie risorse di personale per poter lavorare in modo professionale anche in condizioni difficili. Diversi eventi recenti hanno mostrato come nelle situazioni di crisi si formino gruppi interdipartimentali di informazione che, grazie a chiari accordi e a un miglior coordinamento, riescono a essere all'altezza delle accresciute esigenze in materia di informazione. In caso di bisogno, la Cancelleria federale deve poter ricorrere - in situazioni straordinarie - ai servizi di informazione dei Dipartimenti e degli Uffici. Le riforme degli Stati maggiori dell'informazione del Consiglio federale, inoltre, sono una conseguenza della riforma Esercito XXI e dei mutamenti che presuppone in materia di risorse umane. Berna, 25 giugno 2003 Per ulteriori informazioni, rivolgersi a: http://www.admin.ch/ch/i/cf/brennpunkt/cpberichte/Krisenlage.pdf Vicecancelliere Achille Casanova, portavoce del Consiglio federale (031 322 37 03) Oswald Sigg, capo dell'informazione DDPS (031 324 50 82)

Ces informations peuvent également vous intéresser: