Bundeskanzlei BK

BK: Sfide e conseguenze per la politica federale

    Berna (ots) - Pubblicato il rapporto dello Stato maggiore di prospettiva dell'Amministrazione federale

    Praticamente tutti i settori della politica federale dovranno far fronte a grandi sfide, poste non da ultimo anche dall'avanzare della globalizzazione. Sarà soprattutto l'ulteriore sviluppo dell'integrazione europea ad esplicare effetti rilevanti in futuro. È quanto risulta dal rapporto appena pubblicato «Sfide 2003 - 2007; Tendenze e possibili temi futuri della politica federale», elaborato dallo Stato maggiore di prospettiva dell'Amministrazione federale su mandato del Consiglio federale. Oltre al testo integrale di circa 200 pagine, la Cancelleria federale ha pubblicato anche una versione abbreviata di più agevole lettura (opuscolo e testo Internet).

    Il rapporto giunge alla conclusione che l'ulteriore concretizzazione della politica europea e il finanziamento di nuovi e urgenti compiti in una situazione finanziaria delicata resteranno le tematiche centrali con ripercussioni in quasi tutti i settori politici. Di fronte a talune opzioni politiche fondamentali, le istituzioni svizzere saranno inoltre fortemente sollecitate a trovare i consensi necessari e a garantire la coesione sociale e territoriale del Paese.

    Il rapporto sottolinea inoltre che la Svizzera deve fronteggiare le sfide emergenti adottando un approccio lungimirante con soluzioni da attuare anche sull'arco di più generazioni. In questo senso assumeranno un'importanza cruciale i principi precauzionale, di causalità e di responsabilità. Per quanto concerne i rapporti tra Stato, economia e società (a livello nazionale e internazionale), occorre perseguire un equilibrio a lungo termine tra obblighi e diritti, tutela degli interessi e responsabilità, autonomia e cooperazione. Complessivamente, per la Svizzera sarà ancora più importante avere una visione chiara del suo futuro e della propria identità ma anche assumere un ruolo attivo sul piano internazionale.

Punto di riferimento per il Consiglio federale e i Cantoni

    Il rapporto fornisce numerose informazioni relative a future questioni e problematiche nei diversi settori politici della Confederazione. Riunisce i differenti studi settoriali dell'Amministrazione in una panoramica globale, delineando un quadro complessivo delle conseguenze della globalizzazione per le diverse politiche. Costituisce un documento di base per il programma di legislatura 2003-2007, su cui il Consiglio federale discuterà il 29 gennaio 2003 in una seduta speciale.

    Il rapporto costituisce però anche un prezioso punto di riferimento per tutti coloro che s'interessano di politica, segnatamente per valutare le misure e le riforme della politica federale alla luce del contesto internazionale in continua evoluzione. Ai Cantoni offre spunti di riflessione per preparare l'incontro con una delegazione del Consiglio federale previsto per il novembre 2003.

Gruppo d'esperti dell'Amministrazione federale

    Lo Stato maggiore di prospettiva ha il compito di esaminare in un'ottica critica e costruttiva la politica del Consiglio federale a fronte delle sfide future. Diretti dalla Cancelleria federale, i suoi lavori si svolgono in stretta collaborazione con i dipartimenti. La pubblicazione del rapporto «Sfide 2003-2007; Tendenze e possibili temi futuri della politica federale» conclude una parte dei lavori di questo gruppo di esperti dell'Amministrazione federale.

CANCELLERIA FEDERALE Informazione e comunicazione

Berna, 23 gennaio 2003

Per ulteriori informazioni: Cancelleria federale, Pianificazione e strategia, André Nietlisbach, tel. 031 / 322 38 90

    Diffusione del rapporto e dell'opuscolo (d, f, i, e):

Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL), CH - 3003 Berna tel: 031 / 325 50 50; fax: 031 / 325 50 58; e-mail: verkauf.zivil@bbl.admin.ch

Online-Shop: www.bundespublikationen.ch

Testo PDF in Internet: http://www.admin.ch/ch/i/cf/rg/#div  ;

Opuscolo in Internet: http://www.admin.ch/ch/i/cf/herausforderungen/



Plus de communiques: Bundeskanzlei BK

Ces informations peuvent également vous intéresser: