Helvetas

Sodis: acqua potabile per tutti – Iniziativa comune di Helvetas, Eawag e Migros

Zurigo (ots) - Grazie al procedimento SODIS messo a punto dall’Istituto di ricerche svizzero Eawag, è ora possibile rendere potabile l’acqua con il sole e una bottiglia di plastica. Helvetas e Migros hanno concluso un accordo di cooperazione per promuovere la disinfezione solare dell’acqua (SODIS) nei paesi del Sud del mondo. Materiale fotografico sotto www.helvetas.ch/sodis L’acqua sporca è la causa prima di molte malattie letali nei paesi del Sud del mondo. Ogni 15 secondi, un bambino muore a causa della diarrea. Il metodo messo a punto dall’Eawag (Istituto federale per l'approvvigionamento, la depurazione e la protezione delle acque) di Dübendorf/ZH è tanto semplice quanto geniale: si riempie una bottiglia di plastica con acqua sporca e la si espone per sei ore al sole. Le radiazioni UVA e l’elevata temperatura dell’acqua distruggono gli agenti patogeni, in particolare quelli che causano la diarrea. L’Eawag ha diffuso il metodo della disinfezione solare (SODIS) con buoni risultati, tant’è che mezzo milione di persone ne fa attualmente uso. Un numero importante, che diventa però poca cosa se confrontato con i 1,1 miliardi di persone che non hanno accesso all’acqua potabile. Le esperienze sin qui fatte mostrano che lo stato di salute trae enorme giovamento dal SODIS, ma per incrementarne la diffusione occorre agire con tatto per creare la fiducia necessaria attorno al metodo. La cooperazione sviluppatasi tra Eawag, Helvetas e Migros permette ora di compiere un decisivo passo avanti proprio in questo senso. La Migros stanzia per i prossimi cinque anni 1,5 milioni di franchi per lo sviluppo dei progetti SODIS che Helvetas attua in alcuni paesi partner con l’assistenza tecnica dell’Eawag. L’accordo di cooperazione è orientato al lungo periodo e alla scadenza del primo contratto sarà sicuramente prolungato. Helvetas può in tal modo integrare i progetti SODIS nei programmi già in corso in Vietnam, Sri Lanka, Bhutan e Filippine. Non si tratta unicamente di far conoscere e accettare il metodo per mezzo di campagne informative, esso è anche un ottimo strumento per sensibilizzare la popolazione. La scarsa consapevolezza di quanto siano importanti la qualità dell’acqua e l’igiene per la salute, e il cattivo rifornimento idrico sono tra le cause principali di molte malattie nei paesi del Sud del mondo. “Per la Migros, l’impegno a sostenere il metodo SODIS è un altro contributo al miglioramento della qualità di vita dell’uomo, in ossequio alle Linee guida delle imprese Migros“, specifica Armin Meier, membro della Direzione generale della Federazione delle Cooperative Migros. La Migros è un gruppo attivo a livello globale e, in quanto tale, acquista beni in tutto il mondo. Ne discendono obblighi di responsabilità che hanno indotto il gruppo a redigere un codice di comportamento per il settore Non Food, ora in fase di introduzione a livello mondiale. Anche l’organizzazione mantello delle associazioni di commercio europee di Bruxelles se ne è interessata, scegliendolo come base per un codice di comportamento europeo. Nel settore alimentari, applichiamo lo standard Eurep Gap (“buone pratiche agricole”). La Migros promuove anche progetti socialmente ed ecologicamente sostenibili, come quello per la produzione dell’olio di palma in Malaisia, del cotone biologico in Mali, del caffè nel Rio Negro - Costa Rica e la scuola KIDS in India. Con la diffusione del semplicissimo metodo SODIS, la Migros contribuisce a migliorare la vita di innumerevoli persone. Con questo impegno comune, Helvetas e la Migros ampliano la collaborazione già in atto, come nel progetto cotone biologico in Mali, paese in cui la cooperazione tra i due partner permette ai piccoli contadini sfavoriti di migliorare la propria situazione. Per altre informazioni: Andreas Friolet Addetto stampa Helvetas Tel. 01 368 65 23 o 079 687 85 75

Plus de communiques: Helvetas

Ces informations peuvent également vous intéresser: