Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

DATEC - Prodotti chimici: Conferenza delle Parti della Convenzione di Rotterdam a Roma

Berna (ots) - Dal 27 al 30 settembre 2005 si terrà a Roma la seconda Conferenza delle Parti della Convenzione di Rotterdam (Convenzione PIC). Sarà presieduta dal Segretario di Stato Philippe Roch, direttore dell’Ufficio federale dell’ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAFP). La Convenzione di Rotterdam regola l’importazione e l’esportazione dei prodotti chimici particolarmente pericolosi al fine di ridurre i rischi per l’ambiente e la salute. La conferenza verterà sull’attuazione della Convenzione PIC e sulla creazione di un Segretariato unico per le tre Convenzioni delle Nazioni Unite relative ai prodotti chimici. Secondo la Convenzione di Rotterdam, l’esportazione di pesticidi e di prodotti chimici particolarmente pericolosi non può più essere autorizzata se il Paese importatore non ha dato il suo assenso preliminare in conoscenza di causa (in inglese, Prior Informed Consent / PIC). A tal fine, il Paese esportatore deve fornire al Paese importatore tutte le informazioni necessarie. Attualmente sono 41 i prodotti chimici (insetticidi, prodotti fitosanitari e prodotti chimici industriali) soggetti alla procedura PIC. In occasione della conferenza, i rappresentanti delle Parti discuteranno, tra l’altro, sulla possibilità di creare un Segretariato unico per le tre Convenzioni delle Nazioni Unite concernenti i prodotti chimici (Convenzione di Rotterdam o Convenzione PIC, Convenzione POP sugli inquinanti organici persistenti e Convenzione di Basilea sul controllo delle esportazioni dei rifiuti pericolosi), tutte con sede a Ginevra. Ciò contribuirebbe a potenziare le sinergie e la coerenza in seno al centro di competenze ginevrino in materia di prodotti chimici e rifiuti. La conferenza segnerà inoltre l’avvio formale dei lavori del Comitato di studio dei prodotti chimici. Questo importante organo, presieduto da Bettina Hitzfeld dell’UFAFP (divisione Sostanze, suolo, biotecnologia), ha il compito di raccomandare alla Conferenza delle Parti l’iscrizione di nuovi prodotti chimici nell’elenco della Convenzione. Per una curiosa coincidenza, con questa conferenza Philippe Roch concluderà i suoi 13 anni a capo dell’UFAFP. Roch si è infatti fortemente impegnato a favore della regolamentazione a livello internazionale dei prodotti chimici e dei rifiuti. Durante il suo mandato, Ginevra ha accolto i tre Segretariati permanenti delle Convenzioni sui prodotti chimici ed è diventata un vero e proprio centro della politica ambientale internazionale. Berna, 22 settembre 2005 DATEC Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni Servizio stampa Informazioni: Philippe Roch, Segretario di Stato, direttore dell’UFAFP: 079 277 51 88 Georg Karlaganis, capo della divisione Sostanze, suolo, biotecnologia dell’UFAFP: 079 415 99 62 Bettina Hitzfeld, sezione Prodotti chimici industriali: 079 430 57 11 Internet: Convenzione di Rotterdam sulla procedura di assenso preliminare in conoscenza di causa per taluni prodotti chimici nel commercio internazionale: http://www.pic.int (sito in inglese, francese e spagnolo). Contatti con la delegazione svizzera durante la Conferenza delle Parti della Convenzione di Rotterdam (Roma, 27-30 settembre 2005) • Philippe Roch, Segretario di Stato, direttore dell’UFAFP, presidente della COP2, sarà presente per tutta la durata della conferenza: 079 277 51 88 • Georg Karlaganis, capo della delegazione svizzera di trattativa, sarà presente per tutta la durata della conferenza: 079 415 99 62 • Bettina Hitzfeld, presidente del Comitato di studio dei prodotti chimici, sarà presente per tutta la durata della conferenza: 079 430 57 11 • Servizio stampa dell’UFAFP : 031 322 90 00

Ces informations peuvent également vous intéresser: