Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Embargo per i media: martedì 20 settembre 2005, ore 18.30 Swiss Olympic Association e UFAFP: Prix Ecosport 2005

    Berna (ots) - Prix Ecosport 2005: primo premio ai Campionati mondiali juniores di corsa d’orientamento (JWOC) / 5 giorni Svizzera

    Berna, 20 settembre 2005. Martedì sera è stato assegnato per la terza volta a Berna il Prix Ecosport, per un montepremi totale di 50'000 franchi. Il primo premio è andato agli organizzatori dei Campionati mondiali juniores di corsa d’orientamento / 5 giorni Svizzera. Al secondo e al terzo posto si sono invece classificati rispettivamente la Street-Hockey Cup e il Bündner-Glarner Kantonalturnfest. Premi di riconoscimento sono stati conferiti all’Eidgenössische Schützenfest 2005, al Quiksilver Wave & Wheels e al Triathlon di Locarno. Il Prix Ecosport premia l’impegno ecologico ed etico nell’ambito di eventi sportivi.

    Nel 2005, i Campionati mondiali juniores di corsa d’orientamento (JWOC), combinati con la 5 giorni Svizzera (5 giorni Svizzera CO), sono stati la manifestazione svizzera più importante per quanto riguarda questo sport. Nell’arco di una settimana, partecipanti provenienti da 36 nazioni si sono spostati ogni giorno dal centro organizzativo di Tenero verso altre sedi di gara. L’organizzazione è stata una vera e propria sfida, a cui i vincitori del Prix Ecosport hanno fatto fronte procedendo in modo sistematico in tutti i settori ambientali e organizzativi. Un esempio da seguire è stato in particolare il manuale stilato per tutte le sedi e tutti i collaboratori, che stabiliva le procedure di attuazione e controllo come pure le responsabilità relative alle oltre 30 misure ambientali adottate nei diversi settori (materiale e rifiuti, ristorazione, energia, traffico, infrastrutture e paesaggio). Altrettanto esemplare è stata la comunicazione delle esigenze ambientali. Informazioni sulla separazione dei rifiuti sono state divulgate mediante strumenti visivi e con esempi concreti di rifiuti per indicare la raccolta differenziata. Al comitato organizzativo è andato il primo premio di 15'000.

    Il secondo premio di 10'000 franchi è stato assegnato alla manifestazione vincitrice dello scorso anno, la Street-Hockey Cup di Le Locle. I giovani organizzatori, tutti tra i 15 e i 25 anni, hanno fornito nuove e fantasiose idee sia dal punto di vista ambientale che da quello etico. Durante la manifestazione, ad esempio, le esigenze ambientali ed etiche sono state comunicate da un animatore appositamente ingaggiato. Oltre all’attuazione coerente della strategia ambientale, quest’anno è stata prestata un’attenzione particolare al “fair play” (carta e classifica del fair play). La Street-Hockey Cup dimostra come sia possibile, per i ragazzi, conciliare comportamento rispettoso dell’ambiente, divertimento e senso di responsabilità.

    Il tradizionale Bündner-Glarner Kantonalturnfest 2005 si è aggiudicato il terzo premio di 6'000 franchi. Il comitato organizzativo ha stilato delle linee guida ambientali e vi si è attenuto in modo coerente. Da citare sono ad esempio la combinazione di trasporti pubblici, servizio di bus navetta e parcheggio a pagamento, lo sviluppo di un’efficiente strategia per lo smaltimento dei rifiuti e l’impiego di stoviglie riutilizzabili.

    Premi di riconoscimento In considerazione dei contributi particolari forniti in determinati settori parziali e del già elevato standard qualitativo delle candidature, l’associazione Swiss Olympic e l’UFAFP hanno anche assegnato tre premi di riconoscimento di 5'000 franchi ciascuno alle seguenti manifestazioni: Eidgenössisches Schützenfest Frauenfeld 2005, Quiksilver Wave & Wheels Bremgarten AG e Triathlon di Locarno.

    Il Prix Ecosport Il Prix Ecosport premia gli eventi sportivi che si contraddistinguono per un’elavata considerazione delle esigenze ambientali come contributo allo sviluppo sostenibile nello sport svizzero. La giuria basa il suo giudizio sui settori materiale/rifiuti, traffico/trasporti, vitto/alloggio, infrastruttura, paesaggio e, per la prima volta, etica. Si valuta l’impegno degli organizzatori in tutti i settori ambientali e, oltre alle misure consolidate, è auspicato lo sviluppo di nuove idee. Promotori della manifestazione sono l’associazione Swiss Olympic Association e l’Ufficio federale dell’ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAFP), con la collaborazione dell’Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE) e di SvizzeraEnergia. Il montepremi complessivo è di 50'000 franchi. L’assegnazione del Prix Ecosport è stata decisa da una giuria composta da sei membri su proposta di un comitato di esperti. Fanno parte della giuria: il dott. Walter Kägi (presidente di Swiss Olympic), il dott. Philippe Roch (direttore dell’UFAFP), Matthias Remund (direttore dell’Ufficio federale dello sport), Gabrielle Nanchen (presidente della Stiftung Nachhaltige Entwicklung der Bergregionen), Jacqueline Ryffel (direttrice della Spagyros) e la sciatrice Sonja Nef, ambasciatrice di etica per Swiss-Olympic. La prossima edizione del Prix Ecosport, rinnovata in base alle esperienze positive e ai suggerimenti degli organizzatori raccolti negli ultimi tre anni, si terrà nel 2007.

Per informazioni rivolgersi a:
Swiss Olympic Association UFAFP
Informazione e media, Servizio stampa,
tel. 031 359 71 47 tel. 031 322 90 00
o o
Hans-Jürg Bolliger, Gilbert Thélin
responsabile del                                      capo della sezione
progetto Prix Ecosport                            Paesaggio e infrastrutture,
Tel. 031 359 71 13 / 079 660 19 40 tel. 031 322 80 97 /
                                                                079 579 77 22

    Sul sito Internet www.prix-ecosport.ch troverete approfondimenti, una panoramica di tutte le manifestazioni premiate e dettagli sulla nuova formula del Prix Ecosport.



Plus de communiques: Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: