Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

DATEC - Revisione legge forestale: priorità a bosco di protezione e biodiversità, potenziamento mirato dell’economia

      Berna (ots) - La Confederazione intende garantire le prestazioni
d’interesse pubblico fornite dal bosco e, nell’ambito dell’economia
forestale, creare condizioni quadro migliori per incrementare di
nuovo l’utilizzazione del legname. Oggi il Consiglio federale ha
inviato in consultazione una revisione parziale della legge
forestale.

    Dall’entrata in vigore dell’attuale legge forestale, nel 1993, le esigenze della società nei confronti del bosco sono cresciute, diventando anche più variegate. Il bosco deve ora proteggere dai pericoli naturali zone abitate e vie di comunicazione sempre più trafficate, servire da luogo di svago, fornire acqua potabile pulita e offrire uno spazio vitale diversificato. Al contempo, però, la situazione economica di molte aziende forestali sta peggiorando, poiché in Svizzera è ormai quasi impossibile gestire le foreste in modo redditizio. Per questo motivo, il bosco non viene sufficientemente utilizzato come fonte di legname ed è di conseguenza anche meno curato. A ciò hanno contribuito sia i prezzi del legname, da anni in costante calo, sia gli eventi naturali estremi come la tempesta Lothar del 1999.

    Per risolvere i problemi più urgenti, la Confederazione ritiene necessaria una revisione parziale della legge forestale. Il Consiglio federale ha inviato oggi in consultazione la relativa modifica. La revisione si basa innanzitutto sul Programma forestale svizzero (PF-CH), sviluppato dall’UFAFP negli anni 2002 e 2003 in collaborazione, tra l’altro, con rappresentanti del settore forestale, dell’agricoltura, dell’economia del legno, delle associazioni ambientaliste, della ricerca e dei partiti politici.

    Priorità alle prestazioni di grande interesse pubblico L’obiettivo della revisione della legge è di garantire la protezione dai pericoli naturali e la diversità biologica delle foreste, ovvero le funzioni d’interesse pubblico offerte dal bosco. Migliorando le necessarie condizioni quadro, la Confederazione mira a rendere più efficiente l’economia forestale, favorendo così una maggiore utilizzazione del legname. Durante la seduta, il Consiglio federale ha valutato anche le possibili conseguenze che la completa abolizione delle sovvenzioni federali e la totale rinuncia all’emanazione di prescrizioni potrebbero avere sulla gestione forestale. Si tratta di un passo che il Governo non intende compiere.

    I punti centrali del progetto: Ambiente • In futuro, la Confederazione concentrerà le sue forze e i suoi mezzi finanziari sulle prestazioni del bosco che vanno a vantaggio della collettività. Tra queste funzioni d’interesse pubblico figurano la protezione dai pericoli naturali e la diversità biologica della foresta. Per poter realizzare tale obiettivo, la Confederazione incarica i Cantoni di delimitare, salvaguardare e migliorare i boschi di protezione e, in modo adeguato, le riserve naturali. • La Confederazione fissa i requisiti per la selvicoltura naturalistica. Occorre assicurare una gestione seminaturale del bosco, in modo da permettergli di adempiere alle proprie funzioni in maniera duratura e senza limitazioni secondo il principio dello sviluppo sostenibile. • Per compensare i dissodamenti autorizzati è oggi obbligatorio rimboschire una superficie di uguale estensione situata nelle vicinanze. Quest’obbligo dovrà ora essere ridimensionato nelle regioni in cui si registra un forte incremento del bosco (attualmente nella regione alpina, nel Giura e a Sud delle Alpi). • Nelle aree in cui non è auspicabile una forte espansione della superficie forestale, i Cantoni possono fissare definitivamente il confine tra foresta e le altre zone d’utilizzazione. In questo modo è possibile eliminare in qualsiasi momento i boschi di nuova formazione. Finora ciò era permesso soltanto tra la foresta e le zone edificabili.

    Economia forestale e del legno • L’avamprogetto della legge forestale prevede la possibilità di effettuare tagli rasi su superfici non superiori a 2 ettari (circa 2,5 campi di calcio). Ciò dovrà consentire l’impiego di metodi efficienti per la raccolta del legname. • Per migliorare le possibilità di vendita saranno introdotte delle denominazioni di origine protetta per i prodotti dell’economia forestale e per quelli derivanti dalla loro lavorazione. • Per i lavori con la motosega e di raccolta del legname svolti a titolo commerciale dovrà ora essere introdotto un attestato di formazione obbligatorio.

    Finanziamento • La legge forestale è adeguata alla nuova perequazione finanziaria e dei compiti (NPC). Ciò significa che, in genere, le indennità e gli aiuti finanziari dovranno in futuro essere versati ai Cantoni nell’ambito di accordi di programma e sotto forma di contributi globali e importi forfetari. La concentrazione della Confederazione sul bosco di protezione e sulla biodiversità comporterà una parziale rinuncia ai finanziamenti statali nel settore privato. Questo accelererà i cambiamenti strutturali già in corso, il che si ripercuoterà fra l’altro sull’offerta di posti di lavoro.

Considerata l’attuale situazione delle finanze federali, il progetto non inciderà sul bilancio. Contrariamente a quanto previsto dal Programma forestale svizzero, per motivi di carattere politico-istituzionale (intervento della Confederazione nell’economia di mercato) il Consiglio federale non estenderà i crediti d’investimento forestale a determinati settori dell’economia del legno. La consultazione durerà quattro mesi. Berna, 29 giugno 2005

DATEC Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni Servizio stampa e informazione

Informazioni: • Philippe Roch, direttore UFAFP, 079 277 51 88 • Willy Geiger, vicedirettore UFAFP, 079 687 11 67 • Werner Schärer, direttore delle foreste, UFAFP, 031 324 78 36

Allegati: • documenti per la consultazione http://www.ambiente- svizzera.ch/buwal/it/medien/presse/artikel/20050629/01176/index.html



Plus de communiques: Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: