Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

DATEC (UFAFP) - Gestione semplificata dei rifiuti speciali, miglior controllo dello smaltimento di legno o pneumatici usati

      Berna (ots) - Il traffico dei rifiuti speciali sarà reso più
semplice per lÂ’economia, i Cantoni e la Confederazione. E questo
anche con l’introduzione di moduli di accompagnamento on line. È
quanto stabilisce la nuova ordinanza sul traffico dei rifiuti
(OTRif) approvata oggi dal Consiglio federale, la quale entrerà in
vigore il 1° gennaio 2006. Come chiesto dall’economia e dai Cantoni,
lÂ’OTRif assicura migliori controlli nellÂ’ambito dello smaltimento di
rifiuti problematici quali il legno usato, le carcasse di automobili
o i pneumatici vecchi.

    In Svizzera, oltre 120 000 tra piccole e medie imprese e grandi aziende consegnano ogni anno circa 1,1 milioni di tonnellate di rifiuti speciali a circa 600 imprese di smaltimento. Tali rifiuti speciali comprendono per esempio oli usati, batterie di automobili, residui di pitture o ceneri dei filtri degli impianti dÂ’incenerimento dei rifiuti, il cui smaltimento è controllato da Confederazione e Cantoni. La nuova ordinanza sul traffico dei rifiuti (OTRif) adottata dal Consiglio federale sostituisce le norme attuali (OTRS) risalenti al 1986. La revisione totale è stata resa necessaria dallÂ’evoluzione dello stato della tecnica in materia di riciclaggio e smaltimento dei rifiuti e dalla modifica delle basi giuridiche nazionali e internazionali.

    Facilitazioni amministrative per la gestione dei rifiuti speciali LÂ’OTRif introduce facilitazioni amministrative per lÂ’economia, i Cantoni e la Confederazione. Contemporaneamente saranno mantenuti i controlli ben collaudati ed efficaci: ai fini di uno smaltimento compatibile con lÂ’ambiente, per cedere i loro rifiuti speciali le PMI e lÂ’industria dovranno ancora utilizzare i moduli di accompagnamento, che conterranno informazioni su provenienza, destinazione e tipo di rifiuti speciali. Questa procedura si è rivelata efficace e, dato che sono ora disponibili anche on line, i moduli di accompagnamento possono ora essere gestiti elettronicamente. Un sistema informatico appositamente elaborato per le imprese di smaltimento (http://www.veva-online.ch) semplificherà la dichiarazione obbligatoria dei rifiuti speciali presi in consegna e smaltiti. Inoltre, sarà reso più semplice anche il rilascio delle autorizzazioni aziendali da parte dei Cantoni.

    Introduzione di nuove autorizzazioni per legno usato, pneumatici, carcasse di automobili e vecchi cavi Oltre ai rifiuti speciali, lÂ’ordinanza sui rifiuti OTRif disciplina ora anche il traffico di rifiuti di consumo problematici quali, ad esempio, legno usato, pneumatici, carcasse dÂ’automobili o vecchi cavi. Questa scelta è stata fatta in seguito alla richiesta avanzata sia dallÂ’economia che dai Cantoni di migliorare i controlli di evitare inquinamenti o abusi nellÂ’ambito dello smaltimento.

    Le aziende che smaltiranno simili rifiuti dovranno chiedere lÂ’autorizzazione del Cantone. UnÂ’apposita normativa già disciplina le circa 200 ditte attive nel settore dello smaltimento di rottami elettronici. Sul territorio nazionale la cessione di tali rifiuti continuerà ad essere possibile senza moduli di accompagnamento. Esportare rifiuti solo se lo smaltimento allÂ’estero avviene nel rispetto dellÂ’ambiente Nella nuova ordinanza sono integrate anche le disposizioni previste dalle convenzioni internazionali che regolano il settore dei rifiuti, segnatamente la “Convenzione di Basilea sul controllo dei movimenti oltre frontiera di rifiuti pericolosi e sulla loro eliminazione” e la Decisione OCSE concernente il controllo dei movimenti oltre frontiera di rifiuti destinati al riciclaggio. Le esportazioni di rifiuti speciali e di altri rifiuti soggetti a controllo sono autorizzate soltanto se il Paese destinatario è membro dellÂ’OCSE e sussiste la garanzia che il riciclaggio o lo smaltimento dei rifiuti allÂ’estero sia compatibile con lÂ’ambiente. Le relative autorizzazioni sono rilasciate dallÂ’UFAFP.

Berna, 22 giugno 2005

DATEC Dipartimento federale dellÂ’ambiente, dei trasporti, dellÂ’energia e delle comunicazioni Servizio stampa

Informazioni: Mathias Tellenbach, capo sezione Rifiuti industriali UFAFP, 031 322 93 10 Beat Frey, sezione Rifiuti industriali UFAFP, 031 322 69 61

Allegato: ordinanza sul traffico dei rifiuti OTRif: http://www.ambiente- svizzera.ch/buwal/it/medien/presse/artikel/20050622/01171/index.html

Internet: http://www.umwelt- schweiz.ch/buwal/it/fachgebiete/fg_abfall/verkehr/index.html



Plus de communiques: Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: