Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

5 giugno 2005: Giornata internazionale dell’ambiente Città vivibili

    Berna (ots) - Berna, 30 maggio 2005

    "Città verdi": è questo il motto della Giornata internazionale dellÂ’ambiente, che si terrà il 5 giugno. A tale proposito, il direttore dellÂ’UFAFP Philippe Roch lancia un appello per migliorare la qualità dellÂ’aria nelle città svizzere, renderle più tranquille e garantirvi sufficienti spazi verdi.

    Sotto lÂ’egida dellÂ’UNEP, il programma ambientale delle Nazioni Unite, dallÂ’1 al 5 giugno si terrà a San Francisco una settimana dÂ’azione a cui parteciperanno anche città e imprese svizzere. Sono previste attività anche nel nostro Paese (ad esempio a Zurigo). Per garantire una maggiore vivibilità delle città e degli agglomerati svizzeri, in cui si concentra il 75 per cento della popolazione nazionale, il direttore dellÂ’UFAFP Philippe Roch lancia un appello in occasione della Giornata internazionale dellÂ’ambiente:

    Migliorare la qualità dellÂ’aria nelle città, ridurre le polveri fini • Le polveri fini e in particolare la fuliggine da diesel, cancerogena, rappresentano un serio problema sanitario nelle aree urbane. È pertanto necessario dimezzare le emissioni di pol-veri fini e ridurre sensibilmente quelle di fuliggine da diesel. Motto: no alle automobili diesel senza filtro. • Per quanto riguarda le macchine da cantiere, il Consiglio federale ha deciso di introdurre lÂ’obbligo del filtro antiparticolato per motori di una determinata potenza e cantieri di determinate dimensioni. Resta tuttavia ancora molto da fare nel settore dei trasporti stradali (camion, autovetture, furgoni, autobus) e nellÂ’agricoltura.

    Garantire città più tranquille • Nelle città sono necessarie più zone di quiete. Per rendere meno rumorosi i quartieri residenziali occorre creare il maggior numero possibile di aree con velocità limitata a 30 km. Investire nella protezione fonica conviene: i costi sanitari diminuiscono e gli immobili si rivalutano. • Tutti possono contribuire a una maggiore tranquillità: percorrendo i brevi tragitti a piedi o in bicicletta, guidando la moto o lÂ’auto senza accelerare quando non è necessario, acquistando veicoli poco rumorosi, evitando di sbattere gli sportelli dellÂ’automobile a tarda sera ecc.

    Aumentare le superfici naturali nelle città • Affinché le città restino vivibili, c’è bisogno di spazi verdi in cui la popolazione possa entrare in contatto con la natura, osservarla e sperimentarla. Parchi cittadini più naturali e con il minor numero possibile di divieti forniscono un importante contributo in tal senso. • Nelle città o in prossimità delle aree urbane la natura deve però anche essere protetta, ad esempio nelle zone golenali. Qui la popolazione è invitata a rigenerarsi nella natura rispettandola, senza danneggiarla. Questo principio è stato inserito in riferimento ai parchi naturali periurbani nella revisione parziale della legge sulla protezione della natura e del paesaggio. Tali parchi sono costituiti da una zona centrale altamente protetta e da una zona periferica che consente al pubblico un contatto diretto con la natura.

UFAFP  UFFICIO FEDERALE DELLÂ’AMBIENTE, DELLE FORESTE E DEL PAESAGGIO Servizio stampa

Informazioni • Philippe Roch, direttore dell’UFAFP, 079 277 51 88

Allegati • Scheda informativa 1: Limitare le polveri fini per migliorare la qualità dell’aria nelle città (in tedesco e francese) • Scheda informativa 2: Più tranquillità anche nelle città: un vantaggio per tutti (in tedesco e francese) • Scheda informativa 3: Vivere la natura e il paesaggio in città (in tedesco e francese) • Invito alla tavola rotonda presso la Casa dell’ambiente a Ginevra

    Internet • Link di approfondimento sulla Giornata internazionale dellÂ’ambiente:



Plus de communiques: Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: