Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

DATEC : Prodotti chimici molto pericolosi: in Uruguay prima Conferenza delle Parti alla Convenzione di Stoccolma

Berna (ots) - Da lunedì prossimo, più di 600 rappresentanti di oltre 130 Paesi si riuniranno a Punta dell’Este, in Uruguay, per la prima Conferenza delle Parti alla Convenzione di Stoccolma sugli inquinanti organici persistenti (POP). I POP, fra i quali le diossine e i PCB, sono prodotti molto tossici per l’uomo e per gli animali. Il loro accumulo nell’organismo può provocare tumori e alterazioni delle funzioni riproduttive. In sostanza, la Conferenza dovrà predisporre gli strumenti necessari all’attuazione della Convenzione. Gli Stati sceglieranno inoltre la sede del segretariato della Convenzione. La Svizzera ha avanzato la candidatura di Ginevra. L’obiettivo della Convenzione sui POP è vietare o ridurre al minimo, nel mondo intero, la produzione e l’utilizzazione degli inquinanti più tossici per l’uomo e per l’ambiente. Sinora sono soltanto 12 i prodotti chimici e i pesticidi contemplati dalla Convenzione, noti anche come "sporca dozzina" (vedi scheda informativa). Tenuto conto che i Paesi industrializzati hanno già adottato le misure necessarie per eliminare progressivamente questi inquinanti, la Convenzione vuole in primo luogo adoperarsi affinché anche i Paesi in via di sviluppo e quelli emergenti possano usufruire dell’aiuto tecnico e dei mezzi finanziari indispensabili a tal fine. Si tratta soprattutto di sostituire i POP con altre sostanze meno nocive, di limitare le emissioni tossiche rinnovando gli impianti industriali e di eliminare le scorte senza inquinare l’ambiente. Il compito di finanziare i relativi progetti è stato affidato al Fondo globale per l’ambiente (GEF). La Convenzione è stata ratificata dalla Svizzera nel 2003 ed è entrata in vigore nel 2004. Questa prima Conferenza delle Parti permetterà ai governi di stabilire, fra altre disposizioni tecniche, il Comitato incaricato d’identificare nuovi pesticidi e prodotti tossici da aggiungere all’elenco dei 12 POP già contemplati dalla Convenzione. L’entrata in vigore della Convenzione e lo svolgimento della prima Conferenza delle Parti sono due successi importanti per la politica ambientale internazionale. Ginevra, secondo centro mondiale della politica ambientale La conferenza dovrà nominare anche la sede del segretariato della Convenzione. Ginevra, l’attuale sede provvisoria, si candida per accoglierne il segretariato permanente. Con la Casa internazionale dell’ambiente, Ginevra è, dopo Nairobi, il centro ambientale più importante del mondo. La scelta della città quale sede del segretariato permanente completerebbe il polo di competenza "prodotti chimici/rifiuti", sviluppatosi attorno alla divisione Prodotti chimici della sede europea del PNUE (Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente). La Casa dell’ambiente ospita già il segretariato della Convenzione di Basilea sull’esportazione di rifiuti pericolosi, il segretariato della Convenzione PIC sull’esportazione dei prodotti chimici pericolosi (parte relativa ai prodotti chimici, assegnata nel settembre 2004) e l’UNITAR (formazione e ricerca). Tale concentrazione e la vicinanza alle grandi istituzioni internazionali, quali l’Organizzazione mondiale del Commercio (OMC), l’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS), permettono di sviluppare sinergie e di elaborare una politica ambientale efficace. La sede permanente del segretariato verrà designata il 6 maggio. Berna, 25 aprile 2005 DATEC Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni Servizio stampa Informazioni: Philippe Roch, segretario di Stato, direttore dell’UFAFP, 079 277 51 88. Beat Nobs, ambasciatore, capo della divisione Affari internazionali, UFAFP, 079 687 11 68. Georg Karlaganis, capo della divisione Sostanze, suolo, biotecnologia, UFAFP, 079 687 11 79 Allegati: Riquadro: Contatti con la delegazione svizzera durante la onferenza Scheda informativa: Dall'aldrin al tossafene: dodici inquinanti di cui sbarazzarsi Internet : La Convenzione di Stoccolma sugli inquinanti organici persistenti: http://www.pops.int/ La Casa internazionale dell’ambiente, Ginevra: http://www.environmenthouse.ch Contatti con la delegazione svizzera durante la Conferenza (2 - 6 maggio 2005) Attenzione: il fuso orario è di cinque ore. • Philippe Roch, segretario di Stato, direttore dell’UFAFP. Sarà presente dal 4 al 6 maggio. Tel. +598 94/ 57 00 33 • Beat Nobs, ambasciatore, capo della divisione Affari internazionali, UFAFP. Sarà presente dal 1° al 6 maggio. Tel. +598 94/ 57 00 34 • Georg Karlaganis, capo della divisione Sostanze, suolo, biotecnologia, UFAFP. Sarà presente dal 1° al 6 maggio. Tel. +598 94/ 57 00 35 • Elisabeth Maret, addetta stampa UFAFP, Tel. 031 323 28 69

Ces informations peuvent également vous intéresser: