Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

UFAFP - Rete ecologica nazionale Habitat collegati per flora e fauna selvatiche

    Berna (ots) - Berna, 25 gennaio 2005

    Per salvaguardare la biodiversità è importante che i vari elementi del paesaggio siano connessi in rete, una premessa indispensabile per assicurare alla flora e alla fauna selvatiche indigene lo scambio genetico necessario alla loro sopravvivenza nel tempo. Di conseguenza, la legislazione ha tenuto conto di tale indicazione: infatti, la legge sulla protezione della natura e del paesaggio assegna ai Cantoni il compito di promuovere la rete ecologica degli habitat nelle aree fortemente utilizzate fuori e dentro gli insediamenti. Con la REN, che rappresenta la visione dell'interconnessione degli habitat in Svizzera, l'UFAFP e i Cantoni propongono uno strumento che faciliti i compiti dei Cantoni in tale ambito.

    Carte in scala 1:500'000 e 1:100'000 permettono di raffigurare la rete ecologica esistente o potenziale degli habitat della flora e della fauna. Inoltre, illustrano i corridoi di spostamento di animali quali il cervo o gli anfibi, oppure i nuclei centrali di habitat ubicati in boschi, corsi d'acqua o biotopi secchi. Le carte non si limitano a descrivere lo stato attuale, ma tengono conto anche del potenziale offerto dal paesaggio. Infine, indicano anche gli habitat svizzeri non ancora o non più connessi in maniera sufficiente.

    La REN offre una base per rivitalizzare gli habitat e per proteggere le specie. Inoltre, può essere usata dai Cantoni e da altri attori nell’ambito della pianificazione dei settori trasporti e vie di comunicazioni, agricoltura, economia forestale, pianificazione del territorio, protezione dalle piene, gestione delle acque, caccia e pesca, difesa nazionale e nella protezione della natura e del paesaggio. Alcuni Cantoni hanno già integrato la REN nei loro lavori di pianificazione o utilizzano strumenti simili (p.es. il Canton Turgovia, cfr. riquadro 1).

UFAFP  UFFICIO FEDERALE DELL'AMBIENTE, DELLE FORESTE E DEL PAESAGGIO Servizio stampa

Informazioni • Raymond Pierre Lebeau, caposezione, UFAFP, tel. 031 322 80 64 • Antonio Righetti, sezione Paesaggio e infrastruttura, UFAFP, tel. 031 322 80 83 Allegati • Riquadro 1: Esempi di utilizzazione della REN • Riquadro 2: La REN quale elemento della Rete ecologica paneuropea

Internet Per ordinare o scaricare da Internet il rapporto conclusivo sulla Rete ecologica nazionale REN (in tedesco o francese): • http://www.buwalshop.ch; numero di ordinazione SRU-373-D o F • UFAFP, Documentazione, 3003 Berna; fax: 031 324 02 16

    Riquadro 1: Esempi di utilizzazione della REN • Nell'ambito della pianificazione del territorio la REN permette di ottenere in tempi brevi una panoramica complessiva della funzionalità ecologica degli habitat oltre i confini regionali o cantonali. Ai sensi dell'articolo 13 della legge sulla pianificazione del territorio, la REN serve quale base per integrare nei piani direttori cantonali la connessione in rete della flora e della fauna selvatiche.

      Un esempio concreto dell'applicazione della REN è fornito dal
Canton Turgovia. Gli stagni nei pressi del villaggio di Bommen sono
stati individuati quali importanti siti di riproduzione di diverse
specie d’anfibi e di libellule. Essi formano un'unica zona umida e
sono inoltre connessi con il bosco. Il Cantone ha elaborato un piano
per istituire una rete locale che includa anche delle superfici di
compensazione ecologica. A tale scopo, ha utilizzato l'inventario
cantonale dei biotopi e il piano cantonale di messa in rete, tenendo
conto dei dati della carta REN. Superfici con prati a coltura
estensiva e superfici a strame fungono ora da strisce cuscinetto ai
lati degli stagni e dei corsi d'acqua. Maggesi fioriti e fasce di
colture estensive rafforzano la qualità ecologica dei territori
agricoli. Una vegetazione ripuale molto variata permette di
rinunciare allo sfruttamento d’aree inondabili. Complessivamente è
stato possibile aumentare il valore ecologico del territorio e degli
stagni.

    • Per promuovere la varietà biologica più ampia possibile nel bosco si deve conservare la flora e fauna caratteristiche e mantenere detto ecosistema allo stato seminaturale. A tale scopo, la REN fornisce importanti aiuti alla pianificazione delimitando il territorio centrale e d’estensione del bosco nonché gli assi della rete ecologica delle sue specie animali.

    Riquadro 2: La REN quale elemento della Rete ecologica paneuropea A livello internazionale la Rete ecologica nazionale (REN) rappresenta il contributo svizzero alla Rete ecologica paneuropea (REP) scaturita dalla strategia per la conservazione della diversità biologica e paesaggistica approvata nel 1995 dalla Conferenza paneuropea dei Ministri dell'ambiente. Una versione provvisoria della REP dovrebbe essere disponibile per il 2006, mentre entro il 2008 dovrebbe essere attuata la protezione dei nuclei centrali. La rete è coordinata con altri programmi internazionali, in particolare con la rete Smeraldo della Convenzione di Berna (i potenziali siti Smeraldo svizzeri sono stati integrati nella REN), con NATURA 2000 dell'Unione europea e con la rete delle Riserve della biosfera dell'UNESCO.



Plus de communiques: Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: