Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

COMUNICATO STAMPA Bostrico e danni causati dal maltempo: Consiglio federale chiede crediti supplementari per 13,8 milioni di franchi

      Berna (ots) - Anche quest'anno l'Ips Typographus causa forti danni
agli abeti rossi in seguito alla tempesta Lothar e all'estate
torrida del 2003. Per tutelare i boschi di protezione interessati,
il Governo ha deciso di chiedere al Parlamento lo stanziamento di un
credito supplementare di 8 milioni di franchi. Per portare a termine
le ultime opere di rimozione dei danni causati dal maltempo nel
biennio 2002-2003, il Consiglio federale chiede inoltre un secondo
credito di 5,8 milioni di franchi. I due crediti saranno compensati
con altre voci del bilancio del DATEC. Nonostante il tempo piuttosto
umido registrato in primavera, gli abeti rossi, già indeboliti dalla
tempesta Lothar e dall'estate torrida del 2003, costituiscono anche
quest'anno una facile preda del bostrico tipografo. Laddove è
opportuno arginare la proliferazione dell'insetto bisogna infatti
rimuovere tempestivamente dal bosco gli alberi aggrediti. Dato che
quest'anno i costi della lotta al parassita eccedono i fondi messi a
disposizione dalla Confederazione (18 milioni di franchi), in agosto
i Cantoni hanno annunciato un fabbisogno supplementare di 29 milioni
di franchi. Il Consiglio federale chiede quindi al Parlamento un
credito supplementare di 8 milioni di franchi. Nonostante le
pressioni per ridurre la spesa pubblica permettano di soddisfare
soltanto parzialmente le richieste avanzate dai Cantoni, i fondi
stanziati sono sufficienti a rimuovere i danni più importanti subiti
dai boschi di protezione e a fermare l'ulteriore proliferazione del
coleottero. La concentrazione delle risorse nel settore del bosco di
protezione corrisponde alla volontà del Parlamento espressa nel
Programma di sgravio 03 ed è anche una componente del Programma
forestale svizzero (cfr. il riquadro). Forti precipitazioni hanno
causato nel novembre 2002 massicce inondazioni con danni enormi
nell'Europa intera. Per portare a termine la rimozione dei danni nei
Cantoni Grigioni, Appenzello, Ticino, Berna, Obwaldo, San Gallo e
Uri, il Consiglio federale ha chiesto al Parlamento un credito di
5,8 milioni di franchi. Tale somma permetterebbe di concludere entro
i termini stabiliti i progetti di ripristino previsti. I crediti
supplementari complessivi di 13,8 milioni di franchi non comportano
spese aggiuntive a carico della Confederazione, dato che saranno
interamente compensati con altre voci del bilancio del DATEC.

Berna, 22 settembre 2004

DATEC Dipartimento federale dell' ambiente, dei trasporti, dell'energia, delle comunicazioni Servizio stampa

Informazioni: Willy Geiger, vicedirettore UFAFP, tel. 079 687 11 67 Werner Schärer, direttore delle foreste UFAFP, 031 324 78 36 Christine Hofmann, capo della divisione Coordinamento e risorse UFAFP, tel. 079 277 51 85

    Concentrazione delle risorse sul bosco di protezione Nel 2005 entrerà in vigore una modifica della legge, decisa dal Parlamento nel quadro del Programma di sgravio 03, secondo cui la Confederazione limiterà ai boschi di protezione il finanziamento della lotta al bostrico. Nella stessa direzione va anche il Programma forestale svizzero (PF-CH). Detto programma costituisce infatti la base della nuova politica forestale svizzera e deve tradursi in una revisione parziale della relativa legge. Inoltre, prevede che la Confederazione concentri le sue risorse principali sui boschi di protezione e investa i fondi rimanenti sulle altre prestazioni d'interesse comune fornite dal bosco, quali ad esempio la biodiversità.



Plus de communiques: Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: