Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Obbligo di autorizzazione per i refrigeranti sintetici: termine transitorio per le pompe di calore nel settore abitativo

      Berna (ots) - Durante la seduta di mercoledì scorso, il Consiglio
federale ha prorogato dal 1° gennaio 2004 al 1° gennaio 2007
lÂ’entrata in vigore dellÂ’obbligo di autorizzazione per le pompe di
calore domestiche funzionanti con oltre tre chilogrammi di
refrigeranti sintetici. Si tratta di un termine transitorio che
dovrĂ  servire in primo luogo a sgravare le autoritĂ  esecutive.

    Le pompe di calore destinate ad edifici abitativi funzionano ancora oggi con refrigeranti sintetici. Si tratta di sostanze "stabili nellÂ’aria", le quali, una volta giunte nellÂ’atmosfera, vi restano a lungo ed agiscono come gas ad effetto serra. Nel quadro di una modifica dellÂ’ordinanza sulle sostanze, il 1° gennaio 2004 è entrato in vigore un obbligo di autorizzazione generale per gli impianti di refrigerazione con oltre tre chilogrammi di refrigeranti sintetici, valido anche, in linea di principio, per le pompe di calore. Con decisione del 23 giugno 2004, tuttavia, il Consiglio federale ha prorogato al 1° gennaio 2007 lÂ’entrata in vigore di tale obbligo per le pompe di calore di fabbricazione industriale destinate agli edifici abitativi e caratterizzate da un ciclo frigorigeno permanentemente chiuso.

    Il rinvio del termine inizialmente stabilito è stato dettato innanzitutto dalla grande quantitĂ  di richieste di autorizzazione previste per le pompe di calore impiegate nel settore abitativo, che avrebbe costituito per i Cantoni un difficile problema da risolvere a breve termine. Il sistema informatico per il disbrigo della procedura è infatti ancora in fase di elaborazione, mentre ogni anno, a livello nazionale, sono piĂą di 8'000 gli edifici abitativi in cui vengono installate o sostituite delle pompe di calore.

    Il termine transitorio non riguarda invece gli impianti destinati alla refrigerazione commerciale ed industriale e alla climatizzazione. LÂ’UFAFP invierĂ  nelle prossime settimane ai Cantoni ed ai settori interessati una raccomandazione e delle istruzioni per lÂ’applicazione dellÂ’obbligo di autorizzazione.

Berna, 25 giugno 2004

DATEC Dipartimento federale dellÂ’ambiente, dei trasporti, dellÂ’energia e delle comunicazioni

Servizio stampa e informazione

Informazioni: Christoph Rentsch, capo della sezione Prodotti pericolosi dellÂ’UFAFP, tel. 031 322 93 64

Allegati: Modifica dellÂ’ordinanza sulle sostanze (allegato 4.15: nuovo termine transitorio concernente lÂ’obbligo di autorizzazione per le pompe di calore negli edifici abitativi)



Plus de communiques: Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: