Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Risparmi nel settore ambientale: necessaria la modifica di leggi e ordinanze

      Berna (ots) - Nel quadro del Programma di sgravio 2003 la
Confederazione intende ridurre al minimo il suo impegno nel settore
dei serbatoi, il che richiede una modifica della legge sulla
protezione delle acque e delle corrispondenti ordinanze. Il
Consiglio federale ha inviato oggi in consultazione i relativi
adeguamenti. Ha inoltre modificato, con decorrenza dall’inizio del
2005, l’ordinanza contro l’inquinamento atmosferico e l’ordinanza
sulle foreste. Ciò consentirà di attuare ulteriori misure di
risparmio nel settore ambientale: l’abolizione della procedura di
omologazione svizzera e la riduzione delle sovvenzioni forestali.

    Il Programma di sgravio 2003 prevede per l’UFAFP degli obiettivi di risparmio superiori alla media, che riguardano anche il settore del personale. 20 dei 270 posti a tempo pieno dell’Ufficio dovranno pertanto essere soppressi, nella maggior parte dei casi mediante adeguamenti organizzativi (cfr. scheda informativa). Data la conseguente carenza di personale, sarà inoltre necessario rinunciare a determinati compiti, il che richiederà in parte la modifica e l’abrogazione di atti legislativi.

Sostanziale ritiro dal settore dei serbatoi

    Nel quadro degli obiettivi di risparmio fissati dal Parlamento, la Confederazione intende ritirarsi in larga misura dal settore dei serbatoi. Questo richiederà la revisione parziale della legge fede- rale del 24 gennaio 1991 sulla protezione delle acque, la modifica dell’ordinanza del 28 ottobre 1998 sulla protezione delle acque e l’abrogazione dell’ordinanza del 1° luglio 1998 contro l’inquinamento delle acque con liquidi nocivi. La Confederazione potrà così rinunciare a gran parte dei compiti legati al settore dei serbatoi, e in particolare: • alle attività di coordinamento e consulenza; • all’emanazione di aiuti all’esecuzione concernenti le misure di protezione, l’obbligo di autorizzazione, l’esercizio nonché il controllo e l’assicurazione della qualità dei lavori e del materiale da costruzione e • alla procedura di omologazione per gli elementi d’impianto.

    Il Consiglio federale ha avviato oggi la consultazione sulle suddette modifiche legislative, che si concluderà il 15 agosto 2004.

    Per garantire il mantenimento dell’elevato standard di sicurezza raggiunto nel settore, la Confederazione intende comunque preservare gli importanti principi della prevenzione, della facile scoperta e della ritenuta delle fughe di liquidi nonché le prescrizioni fondamentali riguardanti l’obbligo di autorizzazione e le misure di protezione. L’obbligo di autorizzazione cantonale sarà tuttavia limitato agli impianti in prossimità di falde acquifere utilizzabili.

Impianti a combustione e sovvenzioni forestali

    Per quanto riguarda gli impianti a combustione, la procedura di omologazione federale per le caldaie e i bruciatori sottoposti ad esame del tipo sarà abolita e risulterà determinante l’omologazione europea. A tale proposito, il Consiglio federale ha deciso oggi che la necessaria modifica dell’ordinanza del 16 dicembre 1998 contro l’inquinamento atmosferico entrerà in vigore il 1° gennaio 2005.

    Nel settore forestale, nell’ambito della trattazione del Programma di sgravio 2003 sono state le stesse Camere federali a decidere dove effettuare i tagli: nel 2006 verranno ridotti i fondi per il bosco di protezione (108 milioni di franchi contro i 120 originariamente previsti dal piano finanziario) e si risparmierà ancora di più sulla superficie forestale utilizzata a scopi produttivi (27 milioni di franchi invece di 57). A tal fine, il Parlamento ha apportato le necessarie modifiche alla legge federale del 4 ottobre 1991 sulle foreste, che dovranno entrare in vigore il 1° gennaio 2005, ed ha deciso di decurtare i contributi federali all’economia forestale, riducendo i crediti di pagamento annuali per ogni Cantone e stralciando singoli settori sovvenzionabili, in particolare per quanto riguarda la superficie forestale utilizzata a scopi produttivi. Ciò richiederà una revisione dell’ordinanza del 30 novembre 1992 sulle foreste. In concreto, ecco i cambiamenti previsti per i settori sovvenzionabili: • danni alle foreste: i contributi federali si limiteranno alla conservazione dei boschi di protezione; • gestione forestale: i contributi verranno assegnati solo per la cura del bosco giovane e per le misure di cura volte alla protezione della diversità biologica. Nel settore della pianificazione verranno finanziati esclusivamente i piani interaziendali; • strutture di raccordo: i contributi saranno limitati alle nuove costruzioni realizzate in foreste con particolare funzione protettiva (ad esempio a monte di insediamenti, linee ferroviarie e strade nazionali).

    Secondo quanto deciso oggi dal Consiglio federale, detta modifica dell’ordinanza dovrà entrare in vigore all’inizio del 2005, contemporaneamente alla revisione della legge sulle foreste.

Berna, 23 giugno 2004


DATEC              Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti,
dell’energia e delle comunicazioni
Servizio stampa e informazione

Informazioni: • Philippe Roch, direttore dell’UFAFP, 079 277 51 88 • Christine Hofmann, capo della divisione Coordinamento e risorse dell’UFAFP, 031 322 93 02

Allegati consultabili al sito: http://www.ambiente- svizzera.ch/buwal/it/medien/presse/artikel/20040623/01092/index.html

• Revisione parziale della legge federale sulla protezione delle acque (LPAc) e relativo rapporto esplicativo • Modifica dell’ordinanza sulla protezione delle acque (OPAc) e rapporto esplicativo concernente detta modifica e l’abrogazione dell’ordinanza contro l’inquinamento delle acque con liquidi nocivi (Oliq) • Modifica dell’ordinanza contro l’inquinamento atmosferico (OIAt), relativo rapporto esplicativo e commento ai singoli articoli (solo in tedesco) • Revisione dell’ordinanza sulle foreste (OFo), relativo rapporto esplicativo e commento ai singoli articoli (solo in tedesco)



Plus de communiques: Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: