Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

BUWAL: Embargo: ore 18.30 Premio ambientale per lo "Schweizer Frauenlauf" di Berna

Berna (ots) - Berna, 25 settembre 2003 Comunicato stampa di Swiss Olympic e dell'Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio Premio ambientale per lo "Schweizer Frauenlauf" di Berna Il "Prix Ecosport" è stato assegnato per la prima volta giovedì scorso al Grand Casino Kursaal di Berna. Il "Prix Ecosport", lanciato da Swiss Olympic e dall'UFAFP, è stato meritevolmente assegnato allo "Schweizer Frauenlauf" di Berna. Il verdetto della giuria, che ha scelto la corsa femminile bernese tra le 12 manifestazioni candidate, è stato dettato dall'impegno mostrato dalle organizzatrici nella ricerca della soluzione più ecologica in tutti i settori. In particolare, ha raccolto grande favore l'iniziativa pionieristica ideata per la manifestazione, ovvero l'inclusione nella quota d'iscrizione del costo del viaggio di andata con i mezzi pubblici. Allo "Schweizer Frauenlauf", oltre al premio come manifestazione svizzera più ecologica, è stato consegnato anche un assegno di 18'000 franchi. Il comitato organizzativo potrà inoltre trascorrere un weekend a St. Martin, il paese vallesano premiato, nell'ambito della candidatura di Sion alle Olimpiadi invernali del 2006, in quanto promotore di uno sviluppo sostenibile. Il secondo premio ed un assegno di 12'000 franchi sono andati alla maratona sciistica dell'Engadina. Sebbene in un contesto diverso, infatti, anche nell'ambito di questo grande evento sportivo si stanno creando condizioni ottimali per garantire il massimo rispetto dell'ambiente. Il club di unihockey Alligator Malans si è invece aggiudicato il "bronzo", ovvero 6'000 franchi, per l'organizzazione del campionato svizzero juniores D e C. Particolarmente interessante per la giuria è stato in questo caso il coinvolgimento dei ragazzi nell'elaborazione di misure a favore dell'ambiente. 50'000 franchi in palio Il "Prix Ecosport" premia i comitati organizzativi di manifestazioni sportive che si sono distinti per il loro notevole impegno nella considerazione delle questioni ambientali. In totale, vengono messi in palio 50'000 franchi, elargiti da Swiss Olympic e dall'Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAFP). "È importante incentivare gli organizzatori di manifestazioni sportive rispettose dell'ambiente", ha affermato il direttore dell'UFAFP Philippe Roch. L'iniziativa è rivolta a tutte le organizzatrici e a tutti gli organizzatori di eventi sportivi periodici con almeno 500 partecipanti (collaboratori e spettatori compresi). Partecipazione di Sonja Nef, ambasciatrice di etica per Swiss Olympic La cerimonia di premiazione è stata condotta da Matthias Hüppi, della televisione svizzera di lingua tedesca SF DRS, e da Sonja Nef, ambasciatrice di etica per Swiss Olympic dal novembre 2002, quando è stata redatta la carta dell'etica. L'obiettivo del "Prix Ecosport" è infatti l'attuazione del quinto principio sancito da tale carta: "educazione alla lealtà e ad un comportamento responsabile nei confronti dell'ambiente". In occasione della prossima cerimonia di premiazione Sonja Nef farà anche parte della giuria. Successo anche per le piccole manifestazioni L'assegnazione del premio per "lo straordinario impegno in favore di manifestazioni sportive ecologiche" non ha avuto luogo quest'anno. 3 riconoscimenti, del valore di 2'000 franchi ciascuno, sono stati tuttavia conferiti al Velo Club Mendrisio, al comitato organizzativo della maratona di Zermatt ed alle scuole Steiner. Il comitato dell'UBOL (Umweltbewusste Orientierungsläufer Schweiz), associazione promotrice di corse d'orientamento ecologiche, sebbene escluso dalla selezione per insufficiente numero di partecipanti, è stato comunque insignito di un premio speciale (3'000 franchi) per la sua particolare considerazione delle questioni ambientali nello svolgimento della manifestazione. Distribuendo i pettorali in treno, ad esempio, ha fatto sì che il 100% dei partecipanti utilizzasse i mezzi pubblici. Obiettivo: sviluppo sostenibile È già stato lanciato il "Prix Ecosport 2004", per il quale, come quest'anno, saranno messi in palio complessivamente 50'000 franchi. I comitati organizzativi in possesso dei requisiti richiesti possono già iscriversi collegandosi al sito http://www.prix-ecosport.ch. Le iscrizioni sono aperte anche a coloro che si erano già candidati per la prima edizione, in quanto, come ha sottolineato Walter Kägi, presidente di Swiss Olympic, "gli eventi sportivi devono migliorarsi di anno in anno. Lo sviluppo sostenibile è un obiettivo importante". Swiss Olympic Association UFAFP Divisione Informazione e media UFFICIO FEDERALE, Casa dello sport, DELL'AMBIENTE, DELLE casella postale 202 FORESTE E DEL PAESAGGIO 3000 Berna 32 Servizio stampa tel. 031 359 71 47 3003 Berna fax 031 359 71 65 tel. 031 322 93 58 http://www.swissolympic.ch fax 031 322 70 54 http://www.ambiente-svizzera.ch Informazioni - Hans-Jürg Bolliger, responsabile delle questioni ambientali e direttore del progetto "Prix Ecosport", tel: 031 359 71 13 // 079 660 19 40 e-Mail: mailto:hans-juerg.bolliger@swissolympic.ch - Gilbert Thélin, sostituto del capo della divisione Paesaggio dell'UFAFP, tel. 079 579 77 22 e-Mail: mailto:gilbert.thelin@buwal.admin.ch Per ulteriori informazioni: http://www.prix-ecosport.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: