Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Informazione per i media Campagna nazionale d'informazione "Ozono o.k.?"

Berna (ots) - In primavera e in estate le concentrazioni di ozono salgono puntualmente al di sopra dei valori limite fissati dall'ordinanza contro l'inquinamento atmosferico. Valori limite già più volte abbondantemente superati anche quest'anno durante le belle giornate primaverili. Affinché tali concentrazioni eccessive possano essere evitate in futuro, è necessario ridurre ulteriormente il carico di inquinanti "precursori" dell'ozono. Ciò è tuttavia possibile solo attuando in maniera adeguata le misure avviate dalla Confederazione, dai Cantoni e dai Comuni nel quadro della Strategia di lotta contro l'inquinamento atmosferico. Ozono o.k.? è un'azione congiunta promossa da Cercl'air (Società svizzera dei responsabili della protezione dell'aria), dai servizi cantonali di protezione dell'aria e dall'UFAFP (Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio) con l'obiettivo di mettere a disposizione del grande pubblico tutte le informazioni rilevanti in materia di ozono e di sensibilizzare ulteriormente la popolazione sull'argomento. Elemento fondamentale di tale campagna è la piattaforma informativa a livello nazionale realizzata su Internet. Collegandosi al sito http://www.ozonok.ch, gli interessati possono accedere con un semplice click a tutte le informazioni importanti sul tema dell'ozono, disponibili in tedesco, in francese e in italiano. Ecco alcune delle domande a cui risponde la piattaforma : - qual è l'attuale carico di ozono nelle diverse zone del Paese? - quali sono le ripercussioni dell'ozono sull'uomo e sulle piante? - come posso contribuire a ridurre la formazione dell'ozono? - quali sono le misure adottate dalle autorità a tutela della popolazione? - com'è la situazione all'estero? - perché si parla sempre di "buco dell'ozono" sebbene tale sostanza sia presente nell'aria in concentrazioni anche troppo elevate? Tutte le principali informazioni riguardo alla campagna, che durerà da maggio a fine settembre, sono state riassunte in un apposito dépliant, disponibile presso i servizi interessati. Ulteriori informazioni: Cercl'Air: Roberto Mona, tel: 061 925 56 16 Pierre Kunz, tel: 022 327 80 52 UFAFP: Richard Ballaman, tel: 031 322 64 96

Ces informations peuvent également vous intéresser: