Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Nuova pubblicazione dell'UFAFP: fatti e prospettive della politica climatica "Il clima è nelle mani dell'uomo"

    Berna (ots) - Berna, 26 settembre 2002

    Quali sono le ultime scoperte in materia di cambiamenti climatici? Quali misure di protezione del clima sono state prese sinora? In che settori potremo intervenire nel futuro? La nuova pubblicazione dell'UFAFP "Il clima è nelle mani dell'uomo - nuovi fatti e prospettive" risponde in modo semplice e chiaro a queste domande.

    Non tutte le domande legate ai cambiamenti climatici hanno trovato una risposta. Ma, scrive Philippe Roch, direttore dell'UFAFP, nell'editoriale della pubblicazione: "Oggi si può dire con certezza che l'ambiente, la società e l'economia nei prossimi anni dovranno affrontare dei cambiamenti climatici mai riscontrati prima nella storia". La Svizzera è stata particolarmente colpita dai cambiamenti climatici. Da un lato l'aumento della temperatura nel nostro Paese è superiore alla media mondiale; dall'altro la reazione particolarmente sensibile dello spazio alpino ai cambiamenti di temperatura potrebbe avere conseguenze importanti per l'habitat dell'uomo, degli animali e delle piante. I ghiacciai e il permafrost fondono costantemente, le colate di fango e detriti e le piene sono sempre più frequenti e d'inverno la neve è poca ma la pioggia abbondante.

    In Svizzera e a livello mondiale sono stati fatti molti sforzi per frenare l'influsso dell'uomo sul clima. Con il Protocollo di Kyoto, la comunità internazionale ha elaborato una strategia comune. Importanti Stati (ad es. i membri dell'UE e il Giappone) lo hanno già ratificato o ne hanno annunciato la ratifica in occasione del Vertice Mondiale sullo Sviluppo Sostenibile che si è svolto a inizio settembre a Johannesburg. In Svizzera, le Camere federali decideranno sulla ratifica probabilmente durante la sessione invernale.

    La pubblicazione "Il clima è nelle mani dell'uomo - nuovi fatti e prospettive" presenta in modo chiaro quali saranno le sfide che dovrà affrontare la protezione del clima coordinata a livello mondiale. Con uno sguardo speciale alla Svizzera, essa presenta le nuove scoperte fatte in materia di cambiamenti climatici causati dalle attività dell'uomo, descrive i passi già intrapresi a livello politico e i nuovi settori di intervento.

    Politica e comportamento del singolo La pubblicazione sarà di grande aiuto per le azioni future da intraprendere in Svizzera; accanto alla ratifica del Protocollo di Kyoto vi è la rielaborazione della legge sul CO2, nonché altre normative inerenti alla politica climatica. Questa pubblicazione divulgativa propone anche possibili azioni alla portata del singolo, in particolar modo nell'utilizzazione dell'automobile, campo in cui molto può essere fatto per ridurre le emissioni di gas a effetto serra.

UFAFP  UFFICIO FEDERALE DELL'AMBIENTE, DELLE FORESTE E DEL PAESAGGIO Servizio stampa Informazioni - Markus Nauser, UFAFP, Divisione Economia e ricerca, 031 324 42 80

    Ordinazione: "Il clima è nelle mani dell'uomo - nuovi fatti e prospettive" è disponibile in tedesco, francese e italiano (numeri di ordinazione: 319.345.d, 319.345.f, 319.345.i) presso l'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica UFCL, Distribuzione pubblicazioni, 3003 Berna, fax 031 325 50 58 o sul sito http://www.bundespublikationen.ch . Sul sito dell'UFAFP, http://www.clima-svizzera.ch/fatti , è possibile scaricare la pubblicazione in formato pdf (disponibile anche in inglese) e, da novembre, si potranno scaricare anche dei fogli di lavoro aggiuntivi per le scuole.



Plus de communiques: Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: