Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

BUWAL: Promozione di carburanti privi di zolfo

Berna (ots) - Il Consiglio federale ha trasmesso oggi al Parlamento il messaggio sulla promozione dell'introduzione di carburanti privi di zolfo. Per cogliere gli obiettivi di riduzione del CO2 e delle sostanze nocive nell'aria, il 1° gennaio 2004 si prevede d'introdurre una tassa di incentivazione sui carburanti contenenti zolfo. Il progetto ha riscontrato ampi consensi nel quadro della procedura di consultazione. Per il tenore di zolfo della benzina e del diesel valgono oggi in Svizzera e nell'Unione europea valori limite di 150 risp. di 350 ppm (parts per million). Affinché i veicoli dotati di una tecnologia motoristica all'avanguardia possano funzionare al meglio devono essere alimentati con carburanti privi di zolfo, ovvero con un tenore di zolfo massimo di 10 ppm. Nel caso dell'ultima generazione di motori a benzina ora sul mercato, il consumo di carburante è inferiore sino al 15 per cento a quello dei motori tradizionali. Per i veicoli diesel nuovi l'alimentazione con carburante privo di zolfo è la premessa indispensabile per l'impiego di filtri che riducono l'emissione di polveri fini cancerogene di oltre il 95 per cento. L'uso di carburante privo di zolfo offre vantaggi tangibili anche a veicoli già in circolazione: le emissioni di ossido di azoto e di idrocarburi dei motori a benzina si riducono del 13 - 20 per cento, mentre le emissioni di ossido d'azoto e di particolati generate dai motori diesel scendono del 7 per cento. I vantaggi elencati giustificano la promozione di carburanti privi di zolfo quali misure efficienti ed efficaci per la protezione dell'aria e del clima, in vista dell'auspicata riduzione del CO2. Nella procedura di consultazione l'obiettivo e lo strumento della tassa d'incentivazione non sono praticamente mai stati contestati. Nel suo messaggio al Parlamento, il Consiglio federale propone di modificare la legge federale sulla protezione dell'ambiente (LPAmb). Il disegno di legge prevede una tassa d'incentivazione sui carburanti contenenti zolfo. L'imposta ammonta presumibilmente a 2 - 4 centesimi al litro per la benzina e a 4 - 5 centesimi al litro per il diesel. Gli effetti della tassa dovrebbero essere tali da mettere fuori mercato nel giro di poco tempo il carburante contenente zolfo. Non ci si attendono pertanto introiti supplementari. L'importante riduzione del carico ambientale e il minor consumo di carburante procureranno notevoli vantaggi all'economia. Berna, 20 settembre 2002 DATEC Dipartimento federale dell' ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni Servizio stampa Informazioni: Arthur Mohr, capo della divisione Economia e ricerca, Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAFP), 031 322 93 29 Simon Tobler, sezione Economia e clima, UFAFP, 031 322 75 52 Allegati: Scheda tecnica 1: I vantaggi dei carburanti privi di zolfo Scheda tecnica 2: La tassa d'incentivazione sui carburanti addizionati di zolfo Disegno di legge: modifica della legge federale sulla protezione dell'ambiente (LPAmb) Messaggio sulla promozione dell'introduzione di carburanti privi di zolfo

Ces informations peuvent également vous intéresser: