Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Rifiuti pericolosi: vietata l'esportazione fuori dai Paesi industrializzati

      Berna (ots) - Il Consiglio federale ha approvato oggi un
emendamento alla Convenzione di Basilea che vieta l'esportazione di
rifiuti pericolosi verso i Paesi in via di sviluppo o in
transizione. La Convenzione di Basilea del 1989 viene così
notevolmente rafforzata da questo divieto di esportazione. La
Svizzera non ha mai autorizzato l'esportazione di rifiuti pericolosi
in un Paese in via di sviluppo; la decisione del Consiglio federale
non ha quindi conseguenze particolari per l'industria e
l'artigianato.

    La Convenzione di Basilea, che conta 151 Stati membri, è stata elaborata nel 1989 per regolamentare i movimenti oltre frontiera di rifiuti pericolosi e assicurare il loro riciclaggio o la loro eliminazione nel rispetto dell'ambiente. L'esportazione di questo tipo di rifiuti è possibile unicamente tra Stati membri della Convenzione, e solo qualora gli Stati esportatori, importatori e di transito abbiano dato il loro consenso. Va inoltre garantito che il riciclaggio o l'eliminazione dei rifiuti siano rispettosi dell'ambiente.

    Il divieto supplementare di esportazione approvato oggi dal Consiglio federale è stato deciso dalle Parti nel 1995. Questa disposizione è volta a proteggere i Paesi in via di sviluppo contro le importazioni indesiderate di rifiuti pericolosi. Gli Stati industrializzati - membri dell'OCSE e dell'Unione Europea - devono riciclare i loro rifiuti pericolosi nei loro impianti. Il sostegno ai Paesi in via di sviluppo per la realizzazione dei loro impianti per lo smaltimento dei rifiuti, in futuro dovrà essere migliorato. Accettando l'emendamento alla Convenzione di Basilea ed essendo attiva nei suoi diversi organi, la Svizzera dà un segnale importante e conferma il suo ruolo pilota nella politica internazionale sull'ambiente nel settore dei rifiuti e dei prodotti chimici. La nuova disposizione entrerà in vigore a livello mondiale quando sarà stata ratificata da 62 Stati Parti alla Convenzione di Basilea; finora 30 Stati l'hanno ratificata.

Berna, 4 settembre 2002


ATEC              Dipartimento federale dell'Ambiente,
dei Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni
Servizio stampa

Informazioni: Gabriela Löw, sezione Questioni globali, Divisione Affari internazionali, Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio, tel. 031 322 93 86 Marco Buletti, sezione Rifiuti Industriali, Divisione Rifiuti, Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio tel. 031 322 68 37



Plus de communiques: Bundesamt f. Umwelt, Wald und Landschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: