Bundesamt für Landwirtschaft

Le misure ecologiche si rivelano efficaci

      (ots) - Dall'introduzione delle misure ecologiche e dei programmi di
detenzione degli animali sono aumentati gli effetti positivi e sono
diminuite le ripercussioni negative dell'agricoltura sull'ambiente.
Ciò è quanto emerge dal rapporto "Agroecologia e benessere degli
animali 1994-2005" che sarà pubblicato questa settimana dall'Ufficio
federale dell'agricoltura. Nel quadro di uno studio internazionale
la Svizzera ha ottenuto buoni voti per il suo sistema basato sulla
prova che le esigenze ecologiche sono rispettate.
L'introduzione di incentivi per prestazioni ecologiche particolari
ha rappresentato uno dei cardini della profonda riforma della
politica agricola avviata negli Anni '90. Nel 1994 l'Ufficio
federale dell'agricoltura ha dato il via alla valutazione delle
misure ecologiche e dei programmi di detenzione degli animali onde
studiarne gli effetti in relazione a biodiversità, azoto, fosforo,
prodotti fitosanitari, benessere degli animali, partecipazione ai
programmi e rispettiva efficacia. Il rapporto "Agroecologia e
benessere degli animali 1994-2005", che conclude questa fase di
studio, analizza e valuta in modo circostanziato il grado di
raggiungimento degli obiettivi ecologici in ambito agricolo e
illustra le lacune. Unitamente ad altri studi e alla valutazione
della situazione economica e politica ha funto da base per
l'elaborazione della strategia ecologica nel quadro della Politica
agricola 2011 che essenzialmente si fonda sui tre pilastri seguenti:
• la conversione del sostegno al mercato in pagamenti diretti
riduce l'incentivo a produrre in modo intensivo e non conforme alle
condizioni locali, aumentando in particolare la competitività delle
superfici di compensazione ecologica nella regione di pianura;
• i problemi esistenti tuttora vengono affrontati in modo
mirato con misure più adeguate;
• la nuova misura volta a promuovere la gestione sostenibile
delle risorse consente di sostenere l'introduzione di tecnologie,
metodi di produzione e sistemi di produzione rispettosi delle
risorse.
Nel confronto internazionale il sistema svizzero basato sulla prova
che le esigenze ecologiche sono rispettate (PER) ha ottenuto buoni
voti. L'Istituto per le aree rurali del Centro di ricerche di
Braunschweig (D) ha messo a confronto e valutato le esigenze poste
dai sistemi applicati dalla Svizzera e dall'UE (cross compliance),
attribuendo buoni voti al sistema elvetico della PER.
Il rapporto sull'agroecologia e lo studio sulla cross compliance
saranno presentati mercoledì durante una riunione di specialisti
organizzata dall'UFAG a Lyss. Essi saranno pure disponibili sul sito
Internet www.blw.admin.ch sotto la rubrica News / Studi e
valutazioni.
Per ulteriori informazioni:
Hans-Jörg Lehmann, Stato maggiore della direzione,
Responsabile Ecologia, tel. 031 322 26 28
Ufficio federale dell'agricoltura
Servizio della stampa e dell'informazione



Plus de communiques: Bundesamt für Landwirtschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: