Bundesamt für Landwirtschaft

I mezzi di produzione all’estero costano decisamente meno

      (ots) - Uno studio della Scuola universitaria svizzera di agronomia
(SUSA) di Zollikofen mostra che i mezzi di produzione agricoli nei
Paesi a noi confinanti sono, in parte, decisamente più a buon
mercato che in Svizzera. L’Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG)
ha incaricato dello studio la Scuola universitaria svizzera di
agronomia (SUSA). Tale studio dimostra, tra l’altro, che i concimi
nell’UE sono meno cari tra il 9 e il 52 per cento. I prodotti
fitosanitari costano in media tra il 25 e il 30 per cento in meno.
Le sementi importate costano, nei Paesi dell’UE, tra il 5 e il 25
per cento in meno e anche i prezzi dei medicamenti veterinari, in
media, sono inferiori del 25 per cento. Secondo lo studio è
impressionante constatare anche le grandi differenze di prezzo dei
concimi all’interno stesso della Svizzera. Nell’ambito dei lavori
preliminari relativi alla Politica agricola 2011, da diverse parti è
stato constato che nel settore a monte dell’agricoltura svizzera,
vale a dire sul mercato degli acquisti di mezzi di produzione
agricoli, il livello dei prezzi è più elevato rispetto a quanto si
registra nei Paesi UE vicini. In tal modo l’agricoltura svizzera
subisce svantaggi concorrenziali. Poiché fino a questo momento non
si disponeva di dati sufficienti, affidabili e rappresentativi su
tale questione, la SUSA, su incarico dell’UFAG, ha rilevato e
paragonato dati sui prezzi di mezzi di produzione agricoli
selezionati (prodotti fitosanitari, concimi, sementi e medicamenti
ad uso veterinario) in Svizzera, in Germania e in Francia. Lo studio
può essere consultato sul sito dell’UFAG www.blw.admin.ch, alla voce
Rubriche > Mezzi di produzione (disponibile in tedesco).

Per ulteriori informazioni: Eduard Hofer, Vicedirettore, Stato maggiore della direzione, tel. 031 322 25 87 Lukas Barth, Sezione Certificazione e protezione dei vegetali, tel. 031 323 02 19

Ufficio federale dell’agricoltura Servizio della stampa e dell’informazione



Plus de communiques: Bundesamt für Landwirtschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: