Bundesamt für Landwirtschaft

Liberate altre importazioni di patate destinate alla valorizzazione

      (ots) - L'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG) ha liberato
l'importazione di ulteriori 3000 ton-nellate di patate destinate
alla valorizzazione. Questa decisione è frutto del compromes-so
raggiunto tra l'industria di trasformazione e i produttori che si
erano schierati contro la liberazione di importazioni supplementari.
Finora il quantitativo di 9250 tonnellate di patate destinate alla
valorizzazione, che rappresenta l'accesso minimo al mercato che la
Svizzera si è impegnata a garantire nel quadro dell'Accordo
GATT/OMC, è sempre stato liberato all'inizio dell'anno. Considerato
il buon raccolto dell'anno scorso, per il 2005 l'UFAG si era
limitato a una liberazione di 3000 tonnellate. Il quantitativo
liberato per importazioni a decorrere dal 1° gennaio 2005 si è
rivelato insufficiente per assicurare l'approvvigionamento del
mercato fino al prossimo raccolto. Le aziende di tra-sformazione
hanno pertanto chiesto la liberazione del rimanente quantitativo di
patate destinate alla valorizzazione, affinché possano importarlo
all'aliquota di dazio del contingente. Secondo una rilevazione
effettuata dall'organizzazione di categoria swisspatat, a fine
gennaio le scorte di patate delle varietà richieste dalle aziende di
valorizzazione, ossia Eba, Innovator e Santana, erano del 18 per
cento inferiori a quelle rilevate in anni cosiddetti normali.
L'organiz-zazione di categoria swisspatat non ha ricevuto notifiche
dalle quali risulti che non sono stati onorati i contratti di
produzione conclusi con i produttori. Ciononostante la liberazione,
in questo periodo dell'anno, di un quantitativo supplementare era
avversata dai produttori di patate che rimproverano l'industria di
trasformazione di non aver ritirato un quantitativo sufficiente di
patate destinate alla valorizzazione lo scorso autunno. Visti gli
impegni assunti nel quadro dell'OMC e considerato che l'industria di
trasformazione non dispone di un quantitativo sufficiente di patate
idonee, l'UFAG ha deciso di liberare il secondo terzo del
contingente d'importazione.

Per ulteriori informazioni: Otto Ziegler, Sezione Campicoltura e foraggicoltura, tel. 031 323 02 16

Ufficio federale dell'agricoltura Servizio della stampa e dell'informazione



Plus de communiques: Bundesamt für Landwirtschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: