Bundesamt für Landwirtschaft

BLW: Pubblicata la domanda di registrazione della IGP “Saucisson neuchâtelois” e “Saucisse neuchâteloise"

      (ots) - L’Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG) pubblica la
domanda di registrazione dell’indicazione geografica protetta (IGP)
“Saucisson neuchâtelois” e “Saucisse neuchâteloise” nel Foglio
ufficiale svizzero di commercio. L’associazione neocastellana dei
macellai (ANMB) ha infatti chiesto di tutelarne la denominazione.

    Con i termini “Saucisse neuchâteloise” e “Saucisson neuchâtelois” si designano delle salsicce affumicate, fabbricate nel Cantone di Neuchâtel, a base di carni suine svizzere. La peculiarità di tale prodotto consiste nell’utilizzazione di un budello di bovino ricurvo per la “Saucisse neuchâteloise” e diritto per il “Saucisson neuchâtelois.

    Le prime testimonianze dell’uso delle denominazioni “Saucisse neuchâteloise” e “Saucisson neuchâtelois” risalgono alla fine del IXX secolo. Tuttavia, questa forma di conservazione delle carni suine su scala domestica è ben più antica. La “Saucisse neuchâteloise” e il “Saucisson neuchâtelois” sono legati alla “torrée”, una forma di cottura alla brace. Il Registro delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche consente di tutelare i nomi geografici o tradizionali che designano prodotti agricoli la cui identità e le cui caratteristiche principali sono determinate dalla loro origine. Per quanto concerne il Registro delle denominazioni dei vini sono i Cantoni ad essere competenti. L’utilizzo di un nome protetto è appannaggio dei produttori dell’area geografica definita che ottemperano ad un determinato elenco degli obblighi. Le domande di registrazione devono essere pubblicate. Chiunque abbia un interesse comprovabile, nonché i Cantoni, ha facoltà di opporsi alla registrazione entro il volgere di tre mesi.

    Il registro federale delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche conta attualmente undici prodotti, segnatamente tre IGP (Carne secca dei Grigioni, Saucisse d’Ajoie, Carne secca del Vallese) e otto DOC (Abricotine, Etivaz, Rheintaler Ribel, Eau-de-vie de poire du Valais, Formaggio d’alpe ticinese, Gruyère, Tête de Moine, formaggio di Bellelay, Sbrinz).

Per ulteriori informazioni: Benoît Messerli, Divisione principale Produzione e affari internazionali, tel. 031-322 25 78 Isabelle Pasche, Servizio giuridico, tel. 031 322 25 39 Ufficio federale dell’agricoltura Servizio della stampa e dell’informazione



Plus de communiques: Bundesamt für Landwirtschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: