Bundesamt für Landwirtschaft

BLW: Economia lattiera: il Consiglio federale conferma le misure annunciate

(ots) - In seguito alla moratoria concordataria provvisoria concessa al Gruppo Swiss Dairy Food (SDF), il Consiglio federale ha deciso di coprire l’85 per cento del credito dei produttori di latte, ossia di versare 63 milioni di franchi. Alle organizzazioni del settore verranno inoltre accordati due prestiti gravati da interessi e rimborsabili, per un ammontare totale di 70 milioni di franchi, volti a finanziare azioni di riduzione delle giacenze di formaggio, latte in polvere e burro. Il Consiglio federale propone di versare direttamente ai fornitori di latte interessati dalla moratoria concordataria concessa a SDF l’85 per cento del credito per le forniture di latte e panna effettuate nel periodo dal 1° agosto al 22 settembre 2002. Per il finanziamento di tale misura sono necessari 63 milioni di franchi. Un mancato intervento avrebbe comportato la richiesta, in tempi brevi, di misure sociali. Le difficoltà con cui è confrontata SDF non fanno che amplificare i problemi che in questi ultimi mesi attanagliano l’intero settore lattiero. A complemento delle decisioni prese nel mese d’agosto, il Consiglio federale ha adottato dei provvedimenti che dovrebbero contribuire a risolvere la crisi in modo duraturo. Esso apprezza gli sforzi profusi dal settore per ridurre le giacenze di formaggio, latte in polvere e burro, che in questi ultimi mesi sono stati intensificati. Il Consiglio federale è disposto ad estendere l’applicazione di tali misure ai produttori non membri. Siccome è necessario un determinato lasso di tempo prima che l’aumento dei contributi ai produttori dia i propri frutti, il Consiglio federale ha deciso di accordare due mutui transitori, rispettivamente di 30 e 40 milioni di franchi, a favore dell’organizzazione Produttori Svizzeri di Latte e dell’Organizzazione di categoria del burro. Questi due mutui, rimborsabili, sono gravati da interessi. Il denaro verrà utilizzato per finanziare azioni immediate di riduzione dei prezzi in Svizzera e all’estero. I contributi riscossi dal settore presso i produttori saranno destinati al rimborso dei mutui. Per ulteriori informazioni: Jacques Chavaz, Vicedirettore, tel. 031-322 25 02 Ufficio federale dell’agricoltura Servizio della stampa e dell’informazione

Ces informations peuvent également vous intéresser: