Bundesamt für Berufsbildung und Technologie

BBT: L’e-learning ha un futuro nella formazione universitaria

      Berna (ots) - Sotto il titolo «e-education 2003», dal 26 al 28
maggio 2003 si svolgerà a Lucerna la prima manifestazione globale
dedicata alle tecnologie più innovative e alla loro applicazione nel
campo della formazione. Tre cicli di conferenze e una fiera
specializzata sottolineano l’orientamento interdisciplinare
dell’evento, il cui obiettivo consiste nel rappresentare le correnti
evolutive di tutti i settori della formazione e del perfezionamento
professionale. All’organizzazione della «e-education 2003»
partecipano anche l’Ufficio federale della formazione professionale
e della tecnologia (UFFT) e la Conferenza universitaria svizzera
(CUS).

    La manifestazione, che si svolgerà a Lucerna nell’ambito di tre giornate, è stata concepita come uno spazio d’incontro in cui i rappresentanti del sistema formativo pubblico possono entrare in contatto con specialisti del mondo della ricerca e delle imprese. Particolare attenzione sarà dedicata in questo contesto al livello terziario e all’addestramento, rispettivamente alla formazione continua in azienda.

    Sebbene tutti siano concordi sul fatto che una collaborazione intersettoriale è necessaria in Svizzera per un’integrazione sensata di nuove e costose tecnologie nell’addestramento e nella formazione, sussistono nondimeno notevoli differenze riguardo alle modalità di tale collaborazione. Il tema principale della manifestazione di apertura che si terrà il prossimo 26 maggio è costituito pertanto dal futuro rapporto tra il settore pubblico e quello privato nel campo dell’e-learning. Rappresentanti del settore della formazione, della politica e dell’economia esporranno in quest’occasione le proprie visioni.

    Per permettere alle scuole universitarie di integrare in modo duraturo le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) e di realizzare autonomamente nuove forme di insegnamento e di studio combinate con servizi TIC, l’UFFT sostiene, con il progetto Swiss Virtual Campus diretto da Beat Hotz-Hart, la realizzazione di progetti di e-learning presso le scuole universitarie professionali. L’obiettivo di questo finanziamento di spinta iniziale consiste nello sviluppo, in collaborazione con le scuole universitarie professionali, di moduli di e-learning comuni nei settori della formazione di base e continua.

    La fiera specializzata «e-education 2003» presenta una panoramica dei prodotti, delle soluzioni e dei servizi offerti sul mercato per lo studio e l’insegnamento assistiti da tecnologia offerti sul mercato. L’UFFT presenta presso il proprio stand piccoli progetti concreti di e-learining delle scuole universitarie professionali svizzere, sviluppati congiuntamente da docenti e studenti nell’ambito del concorso di idee creativetools@UAS. Una quarantina di aziende offrono soluzioni per diversi gruppi target. Lo spettro spazia dalla formazione superiore alla gestione del sapere all’interno delle aziende. Una parte della fiera specializzata comprende anche un padiglione dedicato alle PMI in cui piccole aziende propongono in modo incisivo prodotti di nicchia altamente specializzati.

    L’organizzatore principale della «e-education 2003» è la Worlddidac, organizzazione nota soprattutto per l’omonima fiera internazionale della formazione.

Per ulteriori informazioni: Helen Stotzer, Comunicazione UFFT, tel. 031 322 83 63, helen.stotzer@bbt.admin.ch Beat Hotz-Hart, Vicedirettore, UFFT, Strategia e controlling, tel. 031 322 21 30, beat.hotz@bbt.admin.ch Adi Bucher, responsabile del progetto Campus Virtuale Svizzera, SUP, UFFT, tel. 031 324 43 32, adi.bucher@bbt.admin.ch Internet:  www.bbt.admin.ch (Dossiers / Informationsgesellschaft) // www.e-education.ch // www.virtualcampus.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Berufsbildung und Technologie

Ces informations peuvent également vous intéresser: