Bundesamt für Statistik

Comportamento della popolazione svizzera in materia di viaggi nel 2003

      (ots) - Comportamento della popolazione svizzera in materia di viaggi nel
2003

La popolazione svizzera viaggia un po’ meno, meno distante e per meno soldi

    Nel 2003, l’83 per cento delle persone residenti in Svizzera ha effettuato almeno un viaggio, privato o per lavoro, con pernottamento. Complessivamente sono stati effettuati 102,0 mio di viaggi senza pernottamento (circa 14 per persona) e 21,8 mio di viaggi con pernottamento (3 per persona). Rispetto al 1998, l’anno in cui è stata realizzata l’ultima rilevazione confrontabile, la popolazione svizzera ha viaggiato un po’ meno, si è spinta meno distante e ha speso meno. Questi sono alcuni dei risultati della rilevazione condotta dall’Ufficio federale di statistica (UST) sul comportamento della popolazione svizzera in materia di viaggi nel 2003. I cambiamenti nel comportamento in materia di viaggi possono essere attribuiti a diversi fattori, tra i quali la situazione congiunturale e singoli eventi come ad es. gli attacchi terroristici o le catastrofi naturali. I risultati disponibili permettono però di stimare solo approssimativamente in che misura i singoli fattori influenzano tale comportamento. Viaggi in diminuzione Sebbene tra il 1998 e il 2003 la quota di persone che ha effettuato almeno un viaggio con pernottamento è rimasta costante (83%), il numero di viaggi per persona è diminuito passando da 3,5 a 3,0. Questa situazione si verifica in modo particolare nel caso dei viaggi di lavoro di più giorni (-44%) e dei viaggi privati con uno fino a tre pernottamenti (-14%). Questo sviluppo va ricondotto soprattutto ai maggiori sforzi di risparmio sostenuti dalle imprese, che hanno portato a una diminuzione generale dei viaggi. In confronto, il calo dei viaggi privati con quattro o più pernottamenti è stato minimo (-1%). Destinazioni più vicine Rispetto al 1998, nel 2003 sono stati effettuati viaggi verso destinazioni più vicine. Brevi viaggi privati sono stati intrapresi soprattutto all’interno della Svizzera (74%, 1998: 68%) mentre nel caso dei viaggi all’estero l’88 per cento dei viaggi ha come destinazione un Paese limitrofo (1998: 86%). Per i viaggi privati di lunga durata, la quota di viaggi all’estero in Paesi limitrofi aumenta, passando dal 49 al 55 per cento, mentre i restanti Paesi europei sono meno gettonati (dal 35% al 29%). Nel 2003, le mete estere preferite erano la Germania (35%) per i viaggi di breve durata e l’Italia (24%) per quelli più lunghi. Cinque anni prima, in vetta a queste due classifiche si trovavano Francia rispettivamente Italia. Il fatto di optare per destinazioni più vicine può essere attribuito oltre che alla rinuncia, riconducibile alla congiuntura, di effettuare viaggi costosi e in luoghi distanti, anche alla rinuncia di spostarsi in aereo a seguito dell'attacco terroristico dell'11 settembre 2001 e del dissesto di Swissair. Diminuzione delle spese di viaggio Se nel 1998 per i viaggi privati con pernottamento, le spese complessive delle persone residenti in Svizzera di 15 e più anni ammontavano ancora in media a 125 CHF per persona e per pernottamento, nel 2003 venivano spesi solo 117 CHF. Per i viaggi d’affari con pernottamento la diminuzione è stata ancora più consistente (da 451 CHF a 363 CHF). Soprattutto per i viaggi all’estero è stato speso meno, e questo in tutte le tipologie considerate. Questo significa che la popolazione svizzera non solo ha risparmiato viaggiando meno frequentemente, ma anche spendendo meno e scegliendo mete meno distanti, quindi meno dispendiose, mezzi di trasporto meno onerosi (incremento del 5% dei viaggi privati in automobile) e forme di pernottamento più convenienti (leggero incremento del 2% dei viaggi privati con pernottamento in strutture paralberghiere e dell’1% dei viaggi privati in appartamenti di vacanza di propria proprietà o a disposizione gratuitamente).

    Indicazioni metodologiche Come nel 1998, anche nel 2003 la rilevazione campionaria “Comportamento in materia di viaggi della popolazione svizzera” è stata realizzata come modulo dell'indagine sul reddito e sul consumo. Da ognuna delle 3301 economie domestiche prese in considerazione è stata selezionata una persona alla quale sono state sottoposte domande sul comportamento in materia di viaggi. In una prima fase è stato chiesto il numero di viaggi effettuati come pure gli eventuali motivi di rinuncia al viaggio. In una seconda fase la persona ha fornito dati più precisi sui viaggi scelti per svolgere il rilevamento dettagliato. Le domande riguardavano la meta del viaggio, i Paesi visitati, il tipo di alloggio, i mezzi di trasporto impiegati, l'organizzazione del viaggio, il numero di pernottamenti, il numero di persone che ha effettuato il viaggio e i costi. I viaggi sono stati suddivisi secondo sei tipologie: escursioni private (viaggi privati senza pernottamento), viaggi privati di breve durata (1-3 pernottamenti), viaggi privati di lunga durata (4 o più pernottamenti), viaggi di lavoro senza pernottamento, viaggi di lavoro di breve durata (1-3 pernottamenti) e viaggi di lavoro di lunga durata (4 o più pernottamenti). Tutti sono stati considerati attività turistiche quando si sono svolti all’infuori dell’ambiente abituale. Raffronti tra i risultati delle rilevazioni del 1998 e del 2003 sono possibili solo nel caso dei viaggi con pernottamenti di persone con 15 o più anni, da una parte perché nel 1998 i viaggi dei bambini non venivano rilevati e dall'altra in quanto la definizione del 2003 dei viaggi senza pernottamento non corrisponde a quella del 1998.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa

Informazioni: Anja Simma, UST, Sezione turismo, tel.: 032 713 69 30

Nuova pubblicazione: Attualità UST «Comportement de la population résidante suisse en matière de voyages 2003. Module Tourisme de l’enquête sur les revenus et la consommation 2003 », n. di ordinazione: 503-0300. Disponibile anche in tedesco. Prezzo: gratuito. Disponibile sul sito Internet dell'UST all'indirizzo seguente: http://www.statistique.admin.ch » Thèmes » Tourisme » Survol » Publications

Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13; fax: 032 713 63 46

Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch

Per ulteriori informazioni e pubblicazioni in forma elettronica si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: