Bundesamt für Statistik

Retrospettiva annuale dell’UST 2005

(ots) - Retrospettiva annuale dell’UST 2005 Statistica svizzera all'insegna della modernizzazione e della cooperazione Venti di cambiamento spirano nella statistica pubblica e nell’Ufficio federale di statistica (UST) ma le condizioni quadro rimangono problematiche anche nel 2006. L’UST affronta tale sfida con progetti mirati volti a integrare e aumentare l’efficienza delle attività statistiche nell’ambito delle rilevazioni, grazie alla cooperazione con partner esterni all'Ufficio e all’ausilio di nuovi media nella rilevazione e nella diffusione dei dati. Al tempo stesso, l’UST si accinge ad attuare l’accordo in materia di statistica concluso con l’Unione Europea. Sistemi statistici integrati – la strada verso il futuro Un mutamento di fondo verso sistemi statistici integrati si sta verificando nell'ambito dell'acquisizione dei dati. Attraverso il raggruppamento d’indagini e l’utilizzo integrato dei dati rilevati, è possibile infatti ottimizzare l’onere delle rilevazioni e lo sfruttamento dell’immenso potenziale informativo contenuto nei dati. A tale proposito, l'UST ha lanciato numerosi progetti nei settori più svariati. Così, ad esempio, nell'ambito della statistica della popolazione. In futuro, difatti, tale rilevazione si baserà sempre più su registri federali, cantonali e comunali, collocando il censimento della popolazione in una nuova cornice metodologica. Con questo, l’UST ottempera a un mandato esplicito conferitogli dal Parlamento nel 1996, la cui premessa è costituita dall'armonizzazione dei registri degli abitanti e dei grandi registri di persone della Confederazione. I relativi lavori legislativi sono stati sottoposti al Parlamento col messaggio federale sull’armonizzazione dei registri nel novembre 2005. È inoltre in sviluppo un programma per rilevazioni campionarie periodiche presso le persone e le economie domestiche volto a completare il ricorso ai registri. Anche nel campo delle indagini presso le aziende si sta lavorando per congiungere le attività statistiche in un sistema integrato. Un analogo progetto globale, attualmente in fase di ultimazione presso gli uffici federali interessati, esiste già nell’ambito della statistica della mobilità e dei trasporti. Continuità per mezzo di cooperazioni I vari programmi di sgravio causano sensibili tagli al programma statistico dell’UST. Maggiore è quindi la soddisfazione per essere riusciti a instaurare una cooperazione con partner e finanziatori esterni in alcuni settori statistici. Questo è avvenuto, ad esempio, nell’ambito della statistica dei pernottamenti turistici, la quale dal gennaio 2005 è realizzata dall’UST sotto nuove spoglie su incarico delle associazioni turistiche e dei Cantoni. Per la prima volta, i risultati di ottobre sono disponibili, con data odierna, circa 30 giorni feriali dalla fine del mese. Un altro esempio è dato dalla Statistica delle cifre d’affari del commercio al dettaglio, che non ha dovuto essere soppressa ma dall’aprile 2005 è realizzata in veste ridotta dal Centro di ricerche congiunturali del Politecnico federale di Zurigo. Questi tipi di cooperazione assicurano la continuità dell'informazione statistica nonostante la riduzione delle risorse. Anche altri bisogni vengono affrontati tramite cooperazioni, come ad esempio l'introduzione di una revisionata Statistica nazionale criminale di polizia, la quale è stata approvata di recente nella decisione di principio della Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia. Infine, la scorsa primavera, l'UST ha avviato una politica di maggiore apertura nei confronti del mondo scientifico. Un progetto per un centro d’informazione e di dati comune volto ad agevolare l’accesso ai dati da parte dei ricercatori è stato elaborato congiuntamente dall’UST, dal Fondo nazionale svizzero (FNS) e dall’Accademia svizzera delle scienze umane e sociali (ASSH). L’UST ringrazia tutti i partner per il contributo che danno a queste nuove forme innovative di collaborazione della statistica svizzera. Revisione dell’indice nazionale dei prezzi al consumo - Utilizzo di nuove tecnologie A partire dal gennaio 2006, il calcolo dell’indice dei prezzi al consumo avverrà sulla base di un paniere tipo aggiornato. I prezzi del petrolio – soggetti negli ultimi tempi a forti oscillazioni - saranno rilevati due volte al mese al posto di una loro unica rilevazione mensile. Su proposta della Commissione della statistica federale viene sottoposto a una revisione accurata principalmente l’indice degli affitti. Il nuovo indice si basa sulla stessa metodologia utilizzata dal 2000 per le altre posizioni dell’indice. Le analisi della Commissione della statistica federale hanno mostrato che l'indice degli affitti utilizzato finora presentava soltanto una minima eccedenza nella raffigurazione dell’evoluzione degli affitti. Inoltre, con l’utilizzo diretto, in via sperimentale, di dati scannerizzati sarà introdotta un'innovazione tecnologica che ridurrà l’onere degli esercizi coinvolti. L’impiego di nuovi strumenti elettronici ha incrementato l’efficienza sia per quanto riguarda la diffusione che per ciò che concerne la rilevazione dei dati. Ha avuto un ottimo riscontro in tale contesto il nuovo portale statistico, che, a un anno dalla sua attivazione, è già stato premiato quale migliore sito web della Confederazione e che offre, come ultima novità, anche dossier elettronici (si veda allegato) da utilizzare localmente. Una buona eco ha ottenuto inoltre l’acquisizione di dati mediante questionari in rete (eSurvey), ampiamente utilizzati dalle imprese nel quadro del censimento delle aziende del 2005. Il 2006 – un anno pieno di sfide Il prossimo anno sarà nuovamente un anno ricco di sfide in parte opposte sia per l’UST che per i suoi collaboratori. Si collocano in tale contesto l’attuazione dell’accordo bilaterale in ambito statistico, l’ulteriore trasposizione dei programmi di sgravio e la creazione di un sistema statistico integrato. Nel 2006 dovranno essere avviate discussioni approfondite con gli ambienti interessati per quanto riguarda il nuovo orientamento del censimento della popolazione, una volta concluse le consultazioni ufficiali. L’UST è convinto che tali sfide potranno essere superate con successo grazie alla diligente cooperazione dei suoi collaboratori con i numerosi partner della statistica pubblica. UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa Informazioni: Felix Herzig, UST Direttore supplente UST, tel.: 032 713 60 06 Hans Wolfgang Brachinger, Presidente della Commissione della statistica federale, tél. : 026 300 82 72 Nuova pubblicazione: Newsletter Statistique suisse, no 2, décembre 2005, n. di ordinazione: 709-0502-05. Prezzo: gratuito, disponibile in tedesco o francese nel sito Internet dell’UST Attualità UST « Modernisation du recensement de la population et de la statistique démographique », n. di ordinazione: 739-0500, Prezzo: gratuito, disponibile in tedesco o francese nel sito Internet dell’UST all’indirizzo : http://www.statistique.admin.ch » Thèmes » Recensement » Survol » Publications Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13; fax: 032 713 63 46 Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch Per ulteriori informazioni e pubblicazioni in forma elettronica si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: