Bundesamt für Statistik

Statistica dei pernottamenti turistici

      (ots) - Statistica dei pernottamenti turistici

Buoni risultati nel settembre 2005

    L’andamento positivo osservato dall’inizio del 2005 nell’ambito dei pernottamenti turistici perdura anche nel mese di settembre, benché in forma lievemente attenuata. Mentre da gennaio ad agosto la crescita del numero di pernottamenti in alberghi e stabilimenti di cura era dell’ordine del 2,2 per cento rispetto al 2003, per settembre 2005 risulta una progressione dell’1,3 per cento (+39'000 pernottamenti). I pernottamenti registrati complessivamente in questo mese ammontano a 3,1 milioni. Questo è quanto emerge dagli ultimi risultati della statistica dei pernottamenti turistici pubblicati dall’Ufficio federale di statistica (UST). Nel periodo da gennaio a settembre 2005, si contano cumulativamente 26,8 milioni di pernottamenti. Finora è il mese di agosto a presentare la maggiore domanda turistica, seguito da luglio, marzo e settembre. In ciascuno di questi mesi i pernottamenti hanno superato la soglia dei tre milioni. Durata del soggiorno turistico Gli oltre tre milioni di pernottamenti registrati nel settembre 2005 sono collegati a 1,42 milioni d’arrivi. Ogni ospite è quindi rimasto in albergo in media per 2,2 notti. Esistono tuttavia differenze secondo il Paese di provenienza dei turisti. I soggiorni più lunghi sono stati registrati per gli ospiti provenienti dai Paesi del Golfo e dal Nordafrica, Egitto escluso (rispettivamente 3,7 e 3,5 notti), quelli più brevi, con una durata media di 1,4 notti, per i turisti giunti dalla Cina (Taiwan), e, con mediamente 1,5 pernottamenti, per quelli arrivati dalla Repubblica di Corea e dalla Cina (senza Hongkong). La permanenza dei turisti indigeni ha avuto invece una durata media di 2,1 notti. Provenienza turistica Poco meno della metà dei pernottamenti registrati nel settembre 2005 vanno ascritti ai turisti indigeni (47%). Al secondo posto per volume di pernottamenti (545'000 ovvero il 18%) troviamo gli ospiti provenienti dalla Germania. Seguono in terza e quarta posizione i turisti del Regno Unito e quelli statunitensi, entrambi con circa 175'000 pernottamenti. Oltre 50'000 pernottamenti sono stati generati inoltre da ciascuno dei quattro Stati Francia, Giappone, Italia e Paesi Bassi. Accanto agli Stati Uniti e al Giappone, sono stati l’Australia / Nuova Zelanda / Oceania, i Paesi del Golfo e il Canada i principali Paesi extraeuropei di provenienza della clientela turistica. L’evoluzione del numero di pernottamenti generato nel settembre 2005 dalla clientela dei Paesi principali ha avuto un'evoluzione eterogenea. Mentre rispetto al 2003 sono diminuiti i pernottamenti dei turisti svizzeri, tedeschi e giapponesi, quelli giunti dagli altri Paesi menzionati in precedenza hanno fatto registrare aumenti cha vanno dal 2 al 26 per cento. In termini relativi, i maggiori tassi di crescita, con valori dal 68 al 92 per cento, sono stati registrati per gli ospiti giunti dalla Romania, dai Paesi baltici e dalla Bulgaria. Differenze da un Cantone all’altro Tra i Cantoni, quelli di Berna e dei Grigioni si sono rivelati le mete principali dei turisti, con oltre 420'000 pernottamenti ciascuno, seguiti dai Cantoni di Zurigo, Vallese e Ticino. Questi cinque Cantoni hanno registrato il 60 per cento di tutti i pernottamenti. Un ulteriore 20 per cento è ascrivibile ai Cantoni di Ginevra, Vaud e Lucerna. D'altronde, nei Cantoni menzionati si trova quasi il 70 per cento degli alberghi, ovvero complessivamente 3993 stabilimenti che dispongono insieme di 110'100 camere e 208'400 posti letto.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa

Informazioni: Vincenzo Carelli, UST, Sezione turismo, tel.: 032 713 62 80

Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13; fax: 032 713 63 46

Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch

Per ulteriori informazioni e pubblicazioni in forma elettronica si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: