Bundesamt für Statistik

Indice dei prezzi alla produzione e all’importazione nell'ottobre del 2005

(ots) - Indice dei prezzi alla produzione e all’importazione nell'ottobre del 2005 Prezzi mediamente stabili - rincaro annuo scende all’uno per cento Nell'ottobre del 2005, l’indice totale dei prezzi alla produzione e all’importazione calcolato dall’Ufficio federale di statistica (UST) è rimasto complessivamente stabile rispetto al mese precedente. Mentre è stato registrato un incremento dello 0,1 per cento dei prezzi alla produzione, i prezzi all’importazione hanno subito un calo dello stesso ordine di grandezza. Il livello dell'indice totale si situa a 103,0 punti (base maggio 2003 = 100). Su base annua, il livello dei prezzi dell'offerta totale dei prodotti indigeni e importati è progredito dell’1,0 per cento. L’inflazione annua è nuovamente scesa al livello dell’agosto 2005, dopo aver raggiunto l’1,5 per cento nel settembre 2005 per effetto, soprattutto, del rincaro del petrolio. Prodotti indigeni leggermente più cari Nell’ottobre 2005, l’indice dei prezzi alla produzione, calcolato dall’Ufficio federale di statistica, è aumentato dello 0,1 per cento rispetto al mese precedente, raggiungendo il livello di 102,7 punti (base maggio 2003 = 100). Rispetto all’anno precedente, il livello dei prezzi è risultato pertanto dello 0,9 per cento più elevato. L’indice mostra l’evoluzione dei prezzi dei prodotti indigeni al momento in cui lasciano la fabbrica e non comprende i servizi. Rispetto al mese precedente sono stati registrati aumenti di prezzo per vitelli da macello, acciaio d’armatura, utensili, prodotti di fili metallici e gran parte delle voci dell’industria meccanica (macchine per la produzione e l'utilizzazione dell'energia meccanica, macchine per impiego generale, macchine per l’agricoltura, macchine utensili ed elettrodomestici). Un discorso analogo va fatto per motori, generatori e trasformatori elettrici, cavi elettrici isolati, veicoli e componenti per veicoli e gas. Sono stati registrati invece prezzi in calo principalmente per ortaggi, suini da macello, carne suina, prodotti in legno piallato e prodotti petroliferi. Meno cari sono risultati anche le macchine per impieghi specifici, gli apparecchi radiotelevisivi e per le comunicazioni, gli apparecchi medicali e ortopedici e i rottami di ferro. Lieve diminuzione dei prezzi all'importazione L’indice dei prezzi all’importazione calcolato dall’Ufficio federale di statistica nell’ottobre del 2005 ha presentato un lieve calo dello 0,1 per cento rispetto al mese precedente. Il suo livello si situa ora a 103,5 punti (base maggio 2003 = 100). Rispetto all’anno precedente, il livello dei prezzi è risultato dell’1,4 per cento superiore. L’indice dei prezzi all’importazione mostra l’evoluzione dei prezzi franco frontiera dei prodotti importati. Sono state rilevate diminuzioni di prezzo rispetto al mese precedente per ortaggi, frutta, petrolio (grezzo), gas naturale e benzina, come pure per acciaio legato, utensili, altri prodotti metallici, apparecchi radiotelevisivi e per le comunicazioni nonché strumenti medicali e ottici. Per contro sono rincarati la carne, i pannelli di legno, il cherosene, l’olio da riscaldamento, l’alluminio e il rame (inclusi i prodotti relativi). Sono stati osservati aumenti di prezzo anche per macchine per impieghi speciali, elettrodomestici e macchine per la produzione/utilizzazione dell'energia meccanica. UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa Informazioni: Andreas Fankhauser, UST, Sezione prezzi, tel.: 032 713 63 07 Marcel Müller, UST, Sezione prezzi, Tel.: 032 713 61 57 Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13; fax: 032 713 63 46 Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch Per ulteriori informazioni e pubblicazioni in forma elettronica si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: