Bundesamt für Statistik

Indagini sulla salute in Svizzera 1992-2002

      (ots) - Indagini sulla salute in Svizzera 1992-2002

Progressi nella prevenzione sanitaria

    Gran parte della popolazione svizzera gode di una buona salute. Tuttavia una persona su sei soffre di un problema di salute di lunga durata e più di una su tre è in sovrappeso. Sono molti ad essere coscienti dell'importanza che riveste la salute e quindi ad agire di conseguenza. Così, sono sempre più numerose le persone che desiderano smettere di fumare o che si sottopongono a visite mediche preventive o a vaccinazioni contro l’influenza. Questo è quanto emerge da un rapporto sulle indagini sulla salute, realizzate tra il 1992 e il 2002, appena pubblicato dall’Ufficio federale di statistica (UST). Anche secondo l’ultima indagine del 2002, la grande maggioranza della popolazione svizzera (86%) gode di una buona, quando non ottima, salute. Circa una persona su sei soffre tuttavia di un problema di salute di lunga durata (malattia cronica o handicap) e, si stima che, non meno di 200'000 persone (3%) giudicano il loro stato di salute da cattivo a molto cattivo. Soprattutto tra i più giovani, l’equilibrio psichico risulta relativamente spesso compromesso: quasi una persona su tre dai 15 ai 24 anni si dichiara spesso tesa, irritabile e nervosa. In Svizzera circa 200'000 persone presentano sintomi di una depressione grave. Tra le persone con più di 65 anni che vivono in un'economia domestica, circa 150'000 (13%) presentano almeno un handicap importante (visivo, motorio o uditivo) o limitazioni nelle proprie attività quotidiane, quali difficoltà nel vestirsi e nello spogliarsi, nel mangiare o nel lavarsi. Allo stesso tempo non si può dimenticare che pressappoco il 7 per cento degli ultra sessantacinquenni (quasi 80'000) vive in istituti per persone anziane e necessita di cure. All’incirca il 37 per cento della popolazione al di sopra dei 15 anni (2,2 milioni) è in sovrappeso. Nelle persone dai 25 ai 74 anni la percentuale sale al 41 per cento. Nel 1992, questa percentuale era ancora del 33 per cento; si stima che, nel periodo 1992-2002, il numero delle persone con un peso superiore alla norma è aumentato di 446'000 unità. Sempre più persone desiderano smettere di fumare In Svizzera circa il 30 per cento degli adulti fuma, quindi oltre 1,8 milioni di persone. Sulla base dell’attuale tesi sostenuta dal mondo scientifico, secondo cui c’è dipendenza da nicotina consumando giornalmente 10 o più sigarette, circa i 2/3 di tutti i fumatori in Svizzera, quindi oltre un milione di persone, presenta questa dipendenza. All’incirca 6 su 10 fumatori e fumatrici dichiarano di voler smettere di fumare. Tra il 1992 e il 2002, questo gruppo è divenuto numericamente più consistente passando dal 55 al 61 per cento. Così, nel nostro Paese circa 1,1 milione di persone si prefigge di smettere di fumare. Nell’arco di un anno, il 27 per cento dei fumatori, pressappoco mezzo milione di persone, ha tentato seriamente di smettere di fumare, il 16 per cento di loro ci è riuscito. Un buon 80 per cento ha fatto ricorso alla propria forza di volontà, solo uno scarso 20 per cento si è servito di mezzi di sostegno. I risultati dimostrano che le misure di prevenzione, come il divieto di fumare in determinati luoghi per proteggere i non fumatori, le misure politiche sul prezzo delle sigarette o le consulenze negli studi medici hanno portato i loro frutti. Prevenire è meglio che curare... Sulla scia di questo motto, sempre più persone si recano dal medico per una visita preventiva o per una vaccinazione. Nel 1997, il 74 per cento degli intervistati si è rivolto al medico a causa di disturbi, malattie o incidenti, il 21 per cento a scopo preventivo, il 2 per cento per una vaccinazione e il 4 per cento per altri motivi. Cinque anni più tardi, nel 2002, queste percentuali erano divenute rispettivamente del 67, del 25, del 3 e del 5 per cento. La popolazione si orienta quindi verso un atteggiamento incentrato sulla prevenzione. Con una pluriennale campagna di prevenzione e di sensibilizzazione in atto dal 2001, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) mira ad accrescere la percentuale delle persone che si sottopongono a vaccinazioni contro l'influenza, in particolar modo nei gruppi a rischio come quello degli ultra sessantacinquenni. Tra il 1997 e il 2002, in questo gruppo è stato registrato un incremento della quota di vaccinazioni dal 35 al 49 per cento. L’obiettivo del 60 percento, che l'UFSP si prefigge di raggiungere è sì ambizioso, ma sembra essere realizzabile.

    L’Indagine sulla salute in Svizzera Conformemente al pluriennale programma statistico della Confederazione, ogni cinque anni viene realizzata una rilevazione sullo stato di salute della popolazione svizzera o, più precisamente, delle persone di 15 o più anni che vivono in un’economia domestica. La prima indagine sulla salute in Svizzera è stata svolta nel 1992/93; l'attuale, del 2002, è, in ordine di tempo, la terza. Un campione casuale di 19'700 persone è stato interpellato in merito alle seguenti questioni: stato di salute, comportamento nei confronti della salute, stile di vita e comportamenti suscettibili di influenzare la salute, ricorso e bisogno di prestazioni del sistema sanitario e assicurazione malattie. Il rapporto “Salute e comportamenti nei confronti della salute in Svizzera 1992-2002” pubblicato dall’Ufficio federale di statistica presenta una panoramica dei risultati della rilevazione. Nel rapporto vengono presentati alcuni progressi, come pure una serie di problemi – non ancora risolti o, in parte, di nuovo genere – relativi alla salute della popolazione nel nostro Paese.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa


      Informazioni: Marilina Galati-Petrecca, UST, Sezione salute, tel.:
032 713 65 62 Nuova pubblicazione: Indagine sulla salute in Svizzera
: Salute e comportamenti nei confronti della salute in Svizzera
1992-2002, n. di ordinazione: 213- 0208, Prezzo: Fr. 14.--

Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13; fax: 032 713 63 46

Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch

Per ulteriori informazioni e pubblicazioni in forma elettronica si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: