Bundesamt für Statistik

Indice nazionale dei prezzi al consumo nel settembre 2005

(ots) - Indice nazionale dei prezzi al consumo nel settembre 2005 Prezzi in aumento per olio da riscaldamento e carburante Nel settembre 2005, l’indice nazionale dei prezzi al consumo, calcolato dall’Ufficio federale di statistica (UST), ha segnato un aumento dello 0,4 per cento rispetto al mese precedente, raggiungendo il livello di 104,7 punti (maggio 2000 = 100). Su base annua, il rincaro è risultato pari all’1,4 per cento. Era stato dell’1,0 per cento nel mese di agosto 2005 e dello 0,9 per cento nel settembre 2004. I prezzi più elevati per i prodotti petroliferi sono stati la causa principale del rincaro mensile dello 0,4 per cento. La rilevazione è stata effettuata il primo settembre; le oscillazioni dei prezzi dell’olio da riscaldamento e del carburante verificatesi dopo questa data non hanno influito su questo risultato. Il loro effetto si riscontrerà sull’indice del mese di ottobre. I prodotti petroliferi causano l’aumento dell’indice… L’aumento dell’indice nazionale dello 0,4 per cento registrato nel settembre 2005 è da imputare al rincaro dei prodotti petroliferi. Rispetto all’agosto 2005, i prezzi dell’olio da riscaldamento sono progrediti del 16,9 per cento, quelli del carburante del 4,4 per cento, assestandosi ad un livello rispettivamente del 61,7 e del 14,9 per cento superiore a quello raggiunto l'anno precedente. Rispetto alla rilevazione di agosto 2005 sono progrediti anche gli indici dei gruppi abitazione ed energia (+1,1%) e trasporti (+1,3%). Hanno inoltre subito un aumento gli indici dei gruppi insegnamento (+1,5%), bevande alcoliche e tabacchi (+0,6%) e tempo libero e cultura (+0,2%). Gli indici dei gruppi comunicazioni (-0,7%) e casalinghi e manutenzione corrente (-0,4%) sono risultati invece in diminuzione, mentre quello del gruppo prodotti alimentari e bevande analcoliche è rimasto invariato. Nel mese in rassegna, non si è proceduto ad alcuna rilevazione di prezzi per gli altri quattro gruppi di beni. … e l’incremento dei prezzi dei beni importati L’Ufficio federale di statistica comunica inoltre che, rispetto al mese precedente, il livello dei prezzi in base alla provenienza è rimasto stabile per i beni indigeni, ma è aumentato dell’1,7 per cento per i beni importati a causa del rincaro dei prodotti petroliferi. Su base annua, i prezzi dei prodotti indigeni sono aumentati mediamente dello 0,4 per cento, i prezzi dei prodotti d’importazione del 4,3 per cento. Andamento dei prezzi di settembre 2005 in dettaglio L'aumento dell'indice del gruppo insegnamento (+1,5%) è da ricondurre in primo luogo ad una maggiorazione delle tariffe dei corsi applicata da diverse scuole private. Nel gruppo trasporti (+1,3%) i prezzi del carburante sono aumentati del 4,4 per cento rispetto al mese precedente (giorno di riferimento: 1° settembre), assestandosi così ad un livello superiore del 14,9 per cento a quello dell'anno precedente. Nel gruppo abitazione ed energia (+1,1%) i prezzi dell'olio da riscaldamento sono aumentati del 16,9 per cento rispetto all'agosto del 2005 (giorno di riferimento: 1° settembre), situandosi a un livello del 61,7 per cento superiore a quello dell’anno precedente. La progressione dell’indice del gruppo bevande alcoliche e tabacchi (+0,6%) è da imputare all’incremento dei prezzi delle sigarette. Nel gruppo tempo libero e cultura (+0,2%) è stato registrato un aumento dei prezzi dei biglietti per il teatro e i concerti. Hanno subito un rincaro anche i prodotti per l’alimentazione di animali e i corsi ricreativi. Sono invece risultati meno cari televisori, videoregistratori e passatempi. La diminuzione dei prezzi delle telefonate ha determinato il calo dell’indice del gruppo comunicazioni (-0,7%). Il calo dell’indice del gruppo casalinghi e manutenzione corrente (- 0,4%) è la conseguenza di un ribasso dei prezzi degli elettrodomestici e dell’arredamento, dei detersivi e dei prodotti per la pulizia. All'interno del gruppo prodotti alimentari e bevande analcoliche, rimasto nell’insieme stabile, sono stati osservati alcuni movimenti contrastanti. Una diminuzione dei prezzi è stata registrata soprattutto per frutta, salumi, carne suina, patate e preparati di carne. Più cari invece gli ortaggi. Concatenamento con le precedenti serie dell’indice Collegando per via aritmetica le precedenti serie con l’indice attuale, per il mese di settembre 2005 si ottengono indici di 111,1 punti sulla base di maggio 1993 = 100, di 153,9 punti sulla base di dicembre 1982 = 100, di 191,8 punti sulla base di settembre 1977 = 100 e di 323,4 punti sulla base di settembre 1966 = 100. UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa Informazioni: Gilbert Vez, UST, Sezione prezzi, tel.: 032 713 69 00 Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13; fax: 032 713 63 46 Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch Per ulteriori informazioni e pubblicazioni in forma elettronica si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: