Bundesamt für Statistik

Statistica del turismo 2005 (gennaio-febbraio)

(ots) - Statistica del turismo 2005 (gennaio-febbraio) I primi risultati della nuova indagine sulla ricettività turistica confermano la tendenza al rialzo Il numero di pernottamenti negli alberghi e nelle case di cura registrato nell’anno 2005 è superiore rispetto a quello rilevato nel 2003 per gennaio (+1,9%) e per febbraio (+2,4%), considerando che il 2003 è l'ultimo anno per il quale si hanno a disposizione dati comparabili. La statistica introdotta all’inizio di quest’anno conferma quindi l’inversione di tendenza osservata nel 2004 sulla base dell’indagine campionaria, che aveva provvisoriamente colmato la lacuna lasciata dalla precedente statistica, soppressa alla fine del 2003. Il nuovo sistema sviluppato dall’Ufficio federale di statistica (UST), sotto l’egida della Federazione svizzera del turismo (FST) e con il sostegno finanziario di 46 partner, presenta quindi i suoi primi risultati. Introdurre in un lasso di tempo assai ristretto questa statistica, interamente rielaborata sul piano tecnico, ha fatto sorgere alcune difficoltà che hanno portato a un ritardo nella convalida e nella diffusione di questi risultati. I dati concernenti il mese di marzo saranno disponibili tra due settimane. Fino alla fine del 2003, data in cui la statistica dettagliata era stata soppressa, da più anni si stava assistendo a una diminuzione dei pernottamenti dei turisti provenienti dall’estero e a un andamento quasi stagnante dei pernottamenti dei residenti. Il campione introdotto nel 2004 per rispondere ai bisogni più urgenti, in attesa della reintroduzione di una statistica completa, aveva mostrato un'inversione di tendenza. La domanda estera era infatti in netta ripresa, mentre quella indigena regrediva. La nuova statistica non fa che confermare questa tendenza all’internazionalizzazione, alla globalizzazione dei movimenti turistici, per lo meno per i mesi di gennaio e febbraio 2005. Rispetto al 2003, i pernottamenti degli svizzeri sono diminuiti del 2,9 per cento in gennaio e dello 0,3 per cento in febbraio, mentre i turisti stranieri sono aumentati rispettivamente del 6,3 e del 5,0 per cento. Addizionando i valori di gennaio e febbraio, il 2005 supera il 2003 del 2,2 per cento sul totale (-1,3% per gli ospiti indigeni e +5,6% per gli ospiti stranieri). Analisi secondo i mercati nuovamente possibile Mentre con l’indagine campionaria del 2004 non era più possibile risalire al paese d’origine degli ospiti, la nuova statistica permette di colmare questa importante lacuna e di analizzare i differenti mercati. A questo proposito, si constata che la clientela tedesca, con un tasso di crescita 2005/2003 del 3,3 per cento in gennaio e dell’11,6 per cento in febbraio, nel 2005, nel corso dei due mesi considerati, ha acquistato 64'000 pernottamenti in più (+7,1%). Questa cifra corrisponde a più della metà dell’incremento totale netto dei pernottamenti. La clientela italiana (+37'000 o +25,5%) e quella belga (+35'000 o + 23,3%) hanno egualmente contribuito massicciamente a questo aumento. A loro fanno seguito i russi (+13'000 oppure +20,6%). Tassi di progressione ancora più elevanti sono stati rilevati in Paesi con un mercato meno importante come la Romania (+76,4%), l’insieme dei Paesi baltici (+61%), Taiwan (+48%), la Tailandia (+45%) o la Bulgaria (+44%). La Cina (+22,9%) e gli Stati del Golfo (+19%) presentano anch’essi una forte progressione. Oltre alla diminuzione della clientela svizzera già menzionata precedentemente (-42'000 pernottamenti o -1,6% per gennaio e febbraio), le perdite più importanti sono state registrate nei casi degli ospiti francesi (-21'000 o -8,1%) e statunitensi (-15'000 o - 8,1%). Soggiorni più brevi Il numero di arrivi, ossia il numero di persone o, più precisamente, di soggiorni ha fatto registrare un aumento superiore (+7,1% in gennaio, +4,3% in febbraio) rispetto a quello del numero di pernottamenti. Questo traduce, a medio termine, una tendenza al ribasso della durata media dei soggiorni (2,9 giorni per gennaio 2005 contro 3,1 giorni nello stesso mese del 2000; 3,1 giorni per febbraio 2005 contro 3,3 giorni nello stesso mese del 2000). UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa Informazioni: Vincenzo Carelli, UST, Sezione turismo, tel.: 032 713 62 80 Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13; fax: 032 713 63 46 Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch Per ulteriori informazioni e pubblicazioni in forma elettronica si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: