Bundesamt für Statistik

BFS: Statistica degli apprendisti 2004

      (ots) - Statistica degli apprendisti 2004

Più posti di formazione per un crescente numero di giovani

    Stando alle ultime cifre dell’Ufficio federale di statistica (UST), nel 2004 erano complessivamente 191’000 i giovani e i giovani adulti che seguivano una formazione professionale. Oltre 71'000 (+3000) avevano iniziato un nuovo tirocinio e 57'000 lo avevano completato con successo. Nel complesso, la classifica delle professioni più apprese è rimasta pressoché invariata. I 70 anni della storia della formazione professionale in Svizzera sono caratterizzati da una permanente progressione della percentuale di giovani che conseguono un diploma professionale riconosciuto. Nel 2004, l’offerta dei posti di formazione ha visto un ampliamento di circa 3000 unità (+4%) rispetto all’anno precedente. Parallelamente però, anche il numero di sedicenni è aumentato nella stessa misura (+3000, ovvero +3,5%). Il mercato del lavoro è pertanto riuscito ad assorbire l'accresciuto bisogno per ragioni demografiche di posti di formazione. A ciò si aggiunge che anche le scuole di maturità continuano ad attirare un numero sempre maggiore di studenti. In Svizzera, il tirocinio rimane la principale strada d’accesso al mondo del lavoro. A percorrerla sono infatti oltre due terzi dei giovani tra i 16 e i 21 anni. Nel 2004, circa 191'000 giovani svolgevano un tirocinio professionale e altri 5000 una formazione empirica. Quasi un quarto degli apprendisti seguiva una formazione commerciale, un ulteriore quarto aveva scelto professioni tecniche, mentre i due settori della vendita e delle costruzioni avevano attirato ciascuno il 10 per cento dei giovani. Evoluzione nei vari rami Nel 2004, sono stati principalmente i rami industriali e artigianali a creare nuovi posti di tirocinio. Ne è espressione l’accresciuto numero di contratti di tirocinio conclusi rispetto al 2003 nei rami delle costruzioni (in particolare muratori, piastrellisti e copritetti), dell’ortofloricoltura (in particolare giardinieri), dell’industria del legno (in particolare falegnami e carpentieri), dell’industria alimentare (in particolare panettieri) e della ristorazione (in particolare cuochi e camerieri). È pertanto opportuno ricordare che tra la fine degli anni Novanta e gli inizi del 2000 era stata proprio la maggior parte di questi rami a dover piegarsi a una perdita di posti di apprendistato. Nel 2004 è stata invece osservata una diminuzione dei contratti di tirocinio nell’industria grafica (in particolare poligrafico) e nell’informatica (incluse le iscrizioni presso le scuole medie superiori d’indirizzo informatico), mentre è rimasto invariato il loro numero nei rami dell’economia/amministrazione (professioni commerciali), dei parrucchieri e dell’elettronica/automazione, non contribuendo così, se non in misura poco significativa, alla creazione di ulteriori posti di formazione nel 2004. I rami appena menzionati avevano invece visto aumentare i posti di formazione nel periodo tra il 1999 e il 2000, di cui avevano beneficiato indistintamente uomini e donne. Evoluzione nelle Regioni Se negli ultimi dieci anni è stata soprattutto la Regione di Zurigo/Svizzera occidentale a presentare nel confronto regionale la maggiore progressione dei nuovi contratti di formazioni, tale tendenza risulta ora leggermente affievolita (+3%) a fronte di un aumento del 7 per cento osservato tra il 2003 e il 2004 nella Svizzera occidentale. Anche la Svizzera nordoccidentale (inclusa Berna) ha potuto segnalare nel 2004, dopo un calo subito negli ultimi anni, una progressione sopra la media dei nuovi rapporti di tirocinio (+5,5%). I tirocini più seguiti Dei circa 250 diversi tirocini esistenti in Svizzera, le quindici professioni più scelte rispettivamente dai due sessi attirano il 75 per cento di tutte le apprendiste e quasi il 60 per cento degli apprendisti. Salvo l’impiegato di commercio che da oltre venti anni continua a presentare la formazione più seguita da entrambi i sessi, la scelta delle altre professioni si differenzia nettamente tra uomini e donne. Se queste ultime rimangono fedeli alle formazioni nel campo della vendita, dei trattamenti curativi e della cura del corpo, gli uomini prediligono le formazioni nei rami della tecnica, dell'industria metalmeccanica e delle costruzioni. 70 anni di formazione professionale in Svizzera Quando nel 1934 entrò in vigore la legge federale sulla formazione professionale (LFPr), soltanto un quarto dei giovani decideva di seguire un tirocinio riconosciuto a livello federale («tirocinio professionale UFIAML»). Da allora, tale percentuale è progredita – e in modo particolare tra le donne che dall’11 per cento di allora sono passate al 52 per cento, mentre gli uomini sono avanzati nello stesso periodo dal 38 al 67 per cento – riguardando nel 2004 circa il 60 per cento dei giovani (non considerate le formazioni nei settori delle cure, dell'educazione e dell'agricoltura, disciplinate nella LFPr soltanto a partire dal 2004).

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa

Informazioni: Anton Rudin, UST, Sezione formazione scolastica e professionale, tel.: 032 713 66 93 Nuova pubblicazione: BFS aktuell, Statistik der Lehrverträge und Lehrabschlussprüfungen 2004, Neuchâtel 2005, n. di ordinazione: 365-0400 (di prossima pubblicazione) Actualités OFS, Statistique des contrats d’apprentissage et des examens de fin d’apprentissage 2004, Neuchâtel 2005, n. di ordinazione: 366-0400 (di prossima pubblicazione)

Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13; fax: 032 713 63 46

Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch

Per ulteriori informazioni e pubblicazioni in forma elettronica si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: